Alphabet, città e ambiente ringraziano

Tagliato da poco il traguardo del primo anno di vita, la nuova Alphabet nata dall'acquisizione di Ing Car Lease ha negli ultimi mesi concentrato buona parte delle energie nel completamento del processo d'integrazione. Logico, quindi, che gli obiettivi per il 2013 non si focalizzino tanto sulla crescita, quanto sull'esito ottimale dell'operazione e sul mantenimento di un portafoglio costante, oltre che sulla piena soddisfazione della clientela.
Nel frattempo, però, la società di noleggio del gruppo Bmw non rinuncia ad attrezzarsi per affrontare le nuove sfide della mobilità, sviluppando prodotti in grado di rispondere non solo alle attuali esigenze delle aziende, ma anche a quelle che presumibilmente caratterizzeranno il prossimo futuro. «Come fornitori europei di soluzioni di mobilità per le imprese - spiega Andrea Cardinali, chairman e managing director di Alphabet - promuoviamo servizi che vanno oltre la semplice gestione della flotta o la predisposizione della car policy. Per esempio, dalla fine del 2012 stiamo sviluppando AlphaCity, il primo modello di corporate car sharing basato sul noleggio a lungo termine, già disponibile nelle nostre filiali di Germania, Francia e Regno Unito». Ma non solo. Dall'osservazione dei più recenti sviluppi del mercato, Alphabet ha infatti tratto piena consapevolezza di come la mobilità elettrica diventi ogni giorno di più una questione di interesse primario per le flotte.
Ecco perché è pronta ad arricchire la propria offerta con AlphaElectric, una proposta di noleggio per i veicoli elettrici completa di ogni servizio. «Il nuovo brand - aggiunge Cardinali - arriva sul mercato dopo un percorso che ha coinvolto alcuni dei principali clienti di Alphabet. Per esempio, durante l'Innovation Day tenutosi un anno fa a Milano, alcuni fleet manager si sono confrontati in un workshop con l'obiettivo di comprendere le esigenze delle grandi aziende in materia di mobilità elettrica. A questo evento sono seguiti altri momenti di confronto, in cui sono emerse le principali barriere alla diffusione dei veicoli elettrici, individuabili nell'autonomia limitata e nella carenza di infrastrutture».
E proprio per abbattere tali barriere, AlphaElectric offrirà servizi addizionali in grado di fare la differenza: consulenza sulle infrastrutture di ricarica, noleggio a breve termine di veicoli a motore endotermico in caso di lunghi viaggi, programmi di guida per diffondere la cultura della e-mobility e un'app per la localizzazione dei punti di ricarica pubblici.
«AlphaElectric - conclude Cardinali - rivestirà un ruolo da protagonista per il noleggio della nuova Bmw i3, ma il suo punto di forza rimane la possibilità di noleggiare veicoli elettrici di ogni marca, così da poter soddisfare i requisiti di qualsiasi car policy».