Un altro miracolo in Nepal: centenario estratto vivo a 8 giorni dal sisma

L'uomo sarebbe in buone condizioni. Altre tre persone salvate tra le macerie di un edificio nel distretto di Sindhupalchowk

A otto giorni dal sisma che ha colpito il Nepal sembrava impossibile che ci fossero ancora sopravvisuti sotto le macerie. Ma tra ieri e oggi sono state salvate almeno quattro persone, tra cui un uomo di età "superiore" ai 100 anni.

Fanchu Ghale, questo il nome dell'anziano, è stato recuperato ieri da una squadra di salvataggio della polizia sotto i resti della sua casa a Kimtang-8, nel distretto di Nuwakot a nord di Katmandu. "Nonostante vari media abbiano speculato sulla sua età, l'unica cosa che possiamo dire è che supera i 100 anni, ma non conosciamo l'età precisa", ha detto un portavoce del governo, aggiungendo che l'uomo è stato trasferito in elicottero nell'ospedale più vicino in condizioni apparentemente buone, a parte qualche taglio sulle labbra.

Altre tre persone sono state estratte vive oggi tra le macerie di un edificio nel distretto di Sindhupalchowk che ha avuto il maggior numero di vittime (1.700). Non vi sono molti particolari sul salvataggio dei tre, che sono ora ricoverati in un ospedale militare.