Amauri, Nazionale più vicina Pazzini: non è cittadino italiano

E' partita la corsa agli
ultimi posti azzurri per i mondiali. Pazzini si
gioca le sue chance mercoledì a Cesena contro la Svezia. In ballottaggio con Amauri. Il doriano polemizza: "Non è proprio per niente italiano". Potrà diventare italiano solo a marzo 2010

Ravenna - E' partita la corsa agli ultimi posti azzurri per il Mondiale e Giampaolo Pazzini si gioca le sue chance mercoledì a Cesena contro la Svezia, come centravanti titolare. Tra i rivali per un posto in Sudafrica c’è però anche Amauri, l’attaccante brasiliano della Juve in attesa di passaporto. "Devo confessare - ha detto il numero nove della Samp - che un pò dà fastidio. Capisco se uno è mezzo italiano e mezzo brasiliano, un conto è se non è proprio per niente italiano".

Ministero dell'Interno: potrà giurare solo a marzo 2010 L’attaccante juventino Amauri, brasiliano di nascita, potrà giurare e diventare cittadino italiano non prima del 5 marzo 2010. Lo si è appreso in ambienti del ministero dell’Interno, che a giorni dovrebbe comunicare la notizia alla Federcalcio italiana. Per Amauri, da tempo nel mirino del ct azzurro Marcello Lippi, salta così la possibilità di partecipare all’ultima amichevole della Nazionale italiana prima delle convocazioni per il Mondiale, prevista il 3 marzo.

Il ballottaggio con Amauri "In questo momento non mi sento in ballottaggio con Amauri perché io sono italiano e lui è brasiliano. Quindi non mi ci sento". La concorrenza in nazionale è tanta, specie nel reparto avanzato. "Io sono contento di essere qui e spero di sfruttare questa occasione", dice Pazzini, che poi 'dribbla' le domande sul tormentone Cassano-Nazionale: "Per me è difficile rispondere, Antonio è un mio compagno di squadra", dice l’attaccante della Sampdoria. "L’invasione di campo di Pescara? È stata una cosa simpatica", aggiunge riferendosi al tifoso vestito da 'superman' che sabato scorso ha 'sponsorizzato' la convocazione in nazionale del barese. L’attaccante azzurro si sofferma anche sul difficile momento che sta vivendo Luca Toni con il Bayern Monaco. L’attaccante del club bavarese è attualmente fuori dal gruppo azzurro. "Ha avuto problemi fisici ma io ho un grande rapporto con lui e spero che Luca possa tornare ad essere il giocatore che tutti conosciamo", dice il bomber blucerchiato, ex compagno di Toni ai tempi della Fiorentina.