Ancelotti: «Aspetto sempre Oddo»

da Roma
Uno zero a zero che non soddisfa e non scontenta. Né Delio Rossi, né tanto meno Carlo Ancelotti, che non ha rimpianti: «Due squadre speculari hanno dato vita a una partita bloccata, con pochi spazi - il suo commento -. C’era molta pressione a centrocampo. In difesa siamo andati molto bene, mentre in attacco siamo stati troppo imprecisi e poco veloci. Gilardino troppo solo? No, anche se in avanti potevamo fare di più».
Il match che potrebbe valere il quarto posto si è giocato senza l’ex capitano della Lazio, Massimo Oddo, rimasto a Pescara con la sua famiglia. In merito, il presidente laziale Claudio Lotito rimane della sua idea: «Ci sono in ballo aspetti tecnici che il Milan conosce. Se vengono accettate le nostre condizioni, Oddo sarà del Milan». In casa rossonera non c’è fretta e nemmeno Ancelotti perde la calma: «Io aspetto».
Qualche preoccupazione per le condizioni di Gilardino, messo ko da un’entrata troppo decisa e scomposta del sostituto di Oddo, lo svizzero Behrami: «Alberto non sta bene - ha concluso Ancelotti -. Il fallo era da espulsione: ha preso una botta molto violenta alla tibia e ha una distorsione alla caviglia. Speriamo che non sorgano problemi più gravi».