Anche Cristiano Ronaldo scarica Mourinho: "Se arriva al Manchester, vado via"

Solo contro tutti o quasi, come apre bocca Josè si trascina addosso una scia di polemiche. E Cristiano Ronaldo ha fatto il resto: "Di Mourinho non me ne importa niente, neppure di quello che gli succede. E se dovesse arrivare sulla panchina del Manchester lascio il club"

Solo contro tutti o quasi, come apre bocca Josè si trascina addosso una scia di polemiche. Tirato e poco propenso all'ironia nel prepartita di Inter-Fiorentina, prima ha intuito che sarebbe stato meglio evitare la provocazione a distanza con Ancelotti, poi sul finire della sua conferenza stampa non ha resistito e ha parlato di «dignità».
Mistero poi svelato dallo stesso Mourinho: era una risposta relativa al commento di Ancelotti sul girone di Champions affrontato con troppa sufficienza dall'Inter. Non si capisce perché proprio Mourinho, che ha guadagnato punti spiegando che a lui piace dire quello che pensa, si debba irritire quando a dire ciò che pensano sono gli altri. Ma l'eliminazione dalla Champions ha picchiato duro sui nervi, anche di Josè, e Cristiano Ronaldo ha fatto il resto: «Di Mourinho non me ne importa niente, neppure di quello che gli succede. E se dovesse arrivare sulla panchina del Manchester United, sono pronto a lasciare il club».
Storie portoghesi, al Pallone d'Oro non sarebbe piaciuto il giudizio che Mourinho diede di lui dopo un Chelsea-Manchester in cui lo apostrofò come bugiardo e maleducato. Una storia vecchia ma che torna a galla ora, dopo la sconfitta di Mourinho a Old Trafford. Così come ora si stanno scatenando tutti quelli rimasti sotto coperta fin quando Josè vinceva e se ne vantava. Il classico contrappasso che il tecnico portoghese doveva attendersi. Ma una volta di più c'è la conferma di un carro, quello dei vincitori, che si popola improvvisamente.