Arbitri, Abete a Platini: "Ora basta nefandezze"

Il presidente della Figc chiama il numero uno della Uefa (ieri sera all'Allianz Arena): nel mirino le designazioni per le prossime gare dopo i pasticci di Ovrebo 

Roma - Si muove la Federcalcio. Giancarlo Abete, presidente della Figc, ha telefonato al presidente Uefa Michel Platini il giorno dopo il "grande furto". La chiamata si riferisce ai macroscopici errori arbitrali del norvegese Ovrebo nel finale di Bayern Monaco-Fiorentina, per sensibilizzare la confederazione europea sull’argomento direzioni di gara anche in vista delle prossime designazioni.

"Nefandezza evidente" Platini aveva assistito ieri alla partita dell’Allianz Arena di Monaco di Baviera tra Karl Heinz Rummenigge e Andrea Della Valle. Il patron della Fiorentina aveva riferito a fine partita della sorpresa del presidente Uefa di fronte alla decisione di Ovrebo di concedere al Bayern il gol vittoria sulla Fiorentina nonostante l’evidente fuorigioco di Klose. Abete in mattinata, prima della telefonata a Platini, aveva per suo conto parlato di "nefandezza evidente contro la Fiorentina". Il presidente della Federcalcio ha telefonato stamattina anche a Della Valle, per mostrare la vicinanza della Figc al club viola.