Armstrong, crono beffa: la gialla è a 22 centesimi

Nella cronometro a squadre di Montpellier straordinaria prova della Astana del texano (e di Contador). Distrutta la concorrenza, ma lo svizzero della Saxo tiene il primato per meno di un secondo

Montpellier - Meno di un sospiro. La mano che scivola sul manubrio, una goccia di sudore nell'occhio che ti fa perdere la concentrazione, un ordine ripetuto due volte a un compagno. Ventidue centesimi sono niente. Anzi quasi niente. In questo caso sono la colossale differenza tra una maglia gialla ancora sulle spalle svizzere di Fabian Cancellara e un secondo posto in generale che non fa dormire sonni tranquilli a Lance Armstrong che si troverà a dover gestire l'esuberanza del compagno (e vincitore del Tour in carica) Alberto Contador nel primo arrivo in salita di venerdì. Da Barcellona ad Andorra Arcalis: terra di Spagna dove lo spagnolo vuol far urlare i suoi tifosi.

Crono super La cronosquadre della Astana è impressionante. Triturata la concorrenza grazie a un "motore" che va il doppio delle altre squadre. La Saxo tirata dal leader della corsa Cancellara arriva a 40" dalla formazione con sponsor kazako e maglia celeste. In classifica lui e Armstrong pari sono. O meglio sarebbero. Contano i centesimi della crono iniziale e lo svizzero ne ha 22 in meno.Al traguardo seconda è la Garmin di David Millar e Bradley Wiggins (ora sesto in generale a 38" dai due leader), staccata di 18 secondi. Terza la Saxo. Al quarto posto c'è la Liquigas di Vincenzo Nibali che sta dimostrando di voler entrare sul serio nei primi cinque di questa Grande Boucle in salsa Astana. Quinto posto per il treno della Columbia di Mark Cavendish, già provata dall'impegnativo finale di ieri. Con la supercrono la Astana monopolizza le prime sette posizioni in graduatoria. Contador è terzo a 19", Kloeden quarto a 23", Leipheimer quinto a 31", Zubeldia settimo a 51".