Arriva il nuovo simulatore “Apache Air Assault" Elicotteri in volo sulla giungla o sul deserto

I pericoli derivati dal fuoco da terra o dai velivoli ostili crescono con
la difficoltà delle missioni. È possibile giocare in modalità solo o
multiplayer online. Un buon compromesso tra realismo e giocabilità

Milano - “Apache Air Assault” è un gioco che farà felici gli appassionati di simulatori di volo, che potranno cimentarsi con uno degli elicotteri da guerra più letali oggi in circolazione. Questo action game viene distribuito in Italia da Activision: è stato sviluppato dai russi della Gaijin Entertainment, che hanno momentaneamente accantonato i successi passati, ottenuti con simulatori di volo legati agli aerei impegnati nella seconda guerra mondiale. Il passaggio dai velivoli degli anni ’40 agli elicotteri moderni ha comportato una nuova concezione della grafica del cockpit: la visuale esterna e l’accessibilità dei molti strumenti è comunque garantita ed intuitiva, aiutata da un motore grafico di buon realismo. Gli sviluppatori hanno puntato precipuamente sulla giocabilità; il livello base risulta sufficientemente facile ed abbordabile, ma è possibile passare gradatamente a modalità realistiche di difficile gestione, cosa che non penalizza comunque il divertimento.

Il mondo esterno è riprodotto con buona ricchezza di dettagli, con scenari ricavati dalle mappe satellitari di aree di diversi continenti: apprezzabile inoltre la ricca varietà di agenti atmosferici, che rendono più difficile sia il volo che l’acquisizione e distruzione dei bersagli. Ci si può sbizzarrire ad inseguire obiettivi immersi nella giungla o riparati tra le dune del deserto, colpire nemici nascosti tra le montagne o in ambientazioni cittadine: i pericoli derivati dal fuoco da terra o dai velivoli ostili cresce con la difficoltà delle missioni. È possibile giocare in modalità solo o multiplayer online; in quest’ultimo caso è interessante poter “imbarcare” un secondo pilota addetto alle armi, tanto da poter vivere l’esperienza di un velivolo biposto.

Ugualmente varia è la possibilità di personalizzare le dotazioni di armamenti ed avionica del proprio Apache, arrivando persino a poter scegliere la livrea esterna; nelle missioni più difficili è anche previsto di dover atterrare in aree attrezzate per il rifornimento di carburante e munizioni. Gran parte dei nemici vengono genericamente indicati come terroristi, per evitare caratterizzazioni troppo specifiche vicine alla realtà geopolitica e per non comprometterne la distribuzione. Il divertimento è assicurato anche se, a lungo andare, la ripetitività della colonna e degli effetti sonori, indubbiamente sacrificati a favore del motore grafico, può anche infastidire. Il buon compromesso tra realismo e giocabilità fa di questo titolo un’opzione sicuramente gradita, anche grazie alla varietà di situazioni opzionabili.