Arriva «Storica National Geographic», il passato da leggere e da vedere

Dal 19 febbraio è in edicola il primo numero del mensile «certificato» dalla più importante associazione di divulgazione storico-geografica. Gli articoli prendono spunto dai temi di attualità. Molte foto, tanti grafici, rubriche e informazioni pratiche

L'ormai non troppo ampia offerta di riviste storiche si arricchisce di una nuova testata. Si tratta del mensile Storica National Geographic, in edicola da giovedì 19 febbraio al prezzo di lancio di 1,90 euro con un numero che contiene servizi sulla fine del faraone Tutankhamon, la storia di Mago Merlino, il grande crac bancario del Duecento e sulla città proibita di Pechino. Dicevamo che il panorama dei periodici dedicati alla divulgazione storica disponibili in edicola non è particolarmente affollato. Ci sono Focus Storia, Storia del Novecento, Nuova Storia Contemporanea e poco altro tipo le riviste di nicchia come Storia militare. E poi le riviste di archeologia che contengono articoli storici. In questa offerta arriva dunque Storica National Geographic, edita da Rba Italia, che appartiene al più maggiore gruppo editoriale di periodici in Spagna, e certificata da National Geographic, la voce più autorevole in materia di divulgazione storico-geografica. La nuova rivista si propone ai lettori come un viaggio virtuale nello spazio e nel tempo alla scoperta delle nostre radici, attraverso i grandi avvenimenti e i celebri personaggi del passato. La caratteristica della testata, che secondo il suo editore dovrebbe essere anche il suo punto di forza, sta nell'approccio fortemente visuale alla materia, approccio riassumibile nello slogan «la storia letta ma anche guardata». In ogni numero, infatti, il lettore potrà vedere fotografie spettacolari, fedelissime ricostruzioni in 3D degli ambienti storici e ricche info-grafiche dalla forte capacità esplicativa, il tutto corredato da un impianto grafico che viene annunciato come raffinato e dinamico. Ad accompagnare i lettori nel viaggio di 12 uscite l'anno, sarà il direttore Giorgio Rivieccio, che ha fondato e diretto il mensile di divulgazione scientifica Newton, ed è autore di numerosi libri di scienza e viaggi. Storica National Geographic, che debutta con 116 pagine e una tiratura di 150.000 copie, ambisce al successo della sorella spagnola Historia National Geographic edita sempre da Rba che, a quattro anni dal suo lancio, è diffusa in 160.000 copie. Pur avendo uno sviluppo indipendente, il magazine italiano attingerà al prezioso archivio di documentazione e materiale fotografico della primogenita spagnola. E veniamo ai contenuti. Gli articoli prendono spunto dai temi di attualità per ripercorrere le tracce di popoli, grandi personaggi, eventi epocali e sono raccontati con un linguaggio fresco e divulgativo che vuole incuriosire e emozionare il lettore, solleticandolo con spunti e consigli di approfondimento. È proprio l'approccio proattivo alla storia proposto ai lettori il tratto distintivo di Storica National Geographic rispetto alle altre testate del settore già presenti nel panorama editoriale italiano. Il mensile si indirizza a un lettore curioso al quale propone in ogni numero un itinerario di 16 pagine alla scoperta di luoghi e personaggi memorabili, che si sviluppa come una vera e propria «visita guidata» nei luoghi della storia: un reportage da sfogliare o un viaggio da intraprendere di persona, grazie anche alle informazioni pratiche che corredano l'articolo. Oltre ai servizi principali, anche rubriche di ricette e vita quotidiana del passato, i «Lavori in corso» con le ultime scoperte dai siti in cui operano gli archeologi italiani, recensioni di libri, itinerari e informazioni utili per visitare i luoghi menzionati negli articoli eccetera. La rivista ha anche un sito internet dedicato, www.storicang.it, concepito come luogo privilegiato di approfondimento dei temi affrontati nel cartaceo e polo di aggregazione per i suoi lettori che possono conversare in rete con il direttore. Rba Italia appartiene, come si diceva, al maggiore gruppo editoriale di periodici spagnolo. Nata del 2007, Rba Italia si propone come editore e ideatore di prodotti di qualità e spessore, dal taglio fortemente innovativo, tra cui collane di libri, riviste e collezionabili. Alla qualità dei contenuti corrisponde la cura e la ricchezza della veste grafica e un taglio divulgativo e accessibile al più elevato numero di lettori. Tra i prodotti lanciati di recente da RBA Italia, le collane di libri «Le grandi battaglie della Seconda Guerra Mondiale» e «Sfide Matematiche».