Arrivano i volontari antidegrado

Sono sempre più numerosi coloro che partecipano alle passeggiate antidegrado. A organizzarle (tramite Internet) ci pensano quei movimenti per il decoro urbano di stampo squisitamente popolare nati in maniera spontanea nel corso di questi ultimi anni, ognuno dei quali ha in Rete il suo bel blog. I primi ad avere avuto l’idea delle "passeggiate" sono stati i ragazzi di RiprendiamociRoma (www.riprendiamocroma.blogspot.com), un "blog di denuncia e di lotta al degrado sul campo" si legge nella loro home page. Ma l'iniziativa è subito piaciuta e così in breve ha fatto breccia anche in altri gruppi.
Diverse le passeggiate antidegrado organizzate. L’obbiettivo: ripulire la città. Nel mirino, negli ultimi tempi, sono finiti i manifesti elettorali abusivi. L’ultimo blitz pochi giorni fa in via Nazionale. Ma, a dimostrazione del successo riscosso fin qui dall’iniziativa, una volta giunti sul luogo dell’appuntamento i ragazzi delle «passeggiate» di manifesti abusivi non ne hanno trovato più neanche uno. A batterli sul tempo è stato il Comune che, qualche ora prima il loro arrivo, aveva sguinzagliato sul posto gli uomini del Decoro Urbano. Secondo gli organizzatori si sarebbe trattato di una soffiata. Intanto, però, sul blog di RiprendiamociRoma già si parla della prossima passeggiata antidegrado, prevista per febbraio. Questa volta il blitz sarà dedicato alla cancellazione dei graffiti. «Il programma è questo - spiegano gli organizzatori -: scegliamo una zona e ci mettiamo in contatto con i commercianti che vi lavorano per chiedere loro l’autorizzazione a cancellare i graffiti dalle saracinesche dei loro negozi. Dopodiché domandiamo ai residenti il permesso di provvedere a ridipingere anche i muri degli edifici deturpati dalle scritte. Il tutto in forma gratuita». E ancora: «In questi mesi abbiamo sperimentato diverse tecniche, alcune delle quali documentate dai nostri video su Youtube. Siamo in contatto con l’Associazione nazionale antigraffiti e abbiamo anche in programma di coinvolgere le ditte che si occupano di rimozione graffiti, restauro e protezione delle facciate, alcune delle quali si sono dette disponibili a incontrarci». Per partecipare, concludono gli organizzatori, è sufficiente mandare una mail al loro indirizzo. Le passeggiate antidegrado non sono però da considerare dei blitz fine a se stessi. Alla base c’è uno scopo ancor più ambizioso. Quelli di RiprendiamociRoma hanno in mente infatti di dare vita attraverso queste azioni dimostrative a una rete di cittadini attivi sul territorio, quartiere per quartiere. «A ogni blitz antidegrado - promettono - lasceremo un segno del nostro passaggio, per coinvolgere sempre più gente nel progetto».