AUSTRIA

Potrebbe sembrare una normalissima meta di montagna, ma se guardate bene le case, le chiese e i palazzi sono armoniosi, come adagiati elegantemente sul panorama. Arrivando poi nei piccoli borghi di Lustenau o di Schwarzenberg ad esempio, stupiscono le opere di giovani architetti che hanno saputo creare moderne costruzioni, con materiali quali il legno e il vetro, fra le antiche case tradizionali. Con questo spirito di recupero e con uno stile di vita ecologico l'Austria dà il benvenuto nella regione del Vorarlberg, e più precisamente nel Bregenzerwald, dove architettura, arte e natura trovano il giusto equilibrio, offrendo itinerari turistici per tutti i gusti.
Il fiore all'occhiello del momento è la grande installazione del celebre scultore inglese Antony Gormley: recentemente inaugurata, la sua opera magna «Horizon Field» resterà sulle cime di Oberlech fino ad aprile 2012. Cento uomini di ferro guardano l'orizzonte, tutti ad un'altezza di 2.039 metri, perfettamente disseminati fra le montagne lungo 150 chilometri. La maggior parte delle sculture è raggiungibile grazie a sentieri praticabili sia da adulti sia da bambini, alcune si trovano sul «Kriegerhorn», la montagna del guerriero, e sono vicine al «muro di pietra» che da quest’anno reca l'iscrizione di tutti i nomi degli abitanti di Lech. A pochi minuti di cammino dal muro l'itinerario «Kulturland» dell'Ente Turistico Austriaco consiglia di rifocillarsi nella piccola baita Kriegeralpe, assaggiando salumi sul gustoso pane nero (www.burghotel-lech.com).
L'opera di Gormley rientra fra i progetti della Kunsthaus di Bregenz, uno spazio per l'arte contemporanea costruito da Peter Zumthor che, nella città capoluogo di regione, si erge come una grande lampada di vetro riflettendo la luce e il clima del Lago di Costanza su cui si affaccia (www.kunsthaus-bregenz.at). Poco lontana c'è anche la famosa Opera House che ogni anno ospita la stagione concertistica e in estate, durante il festival, accoglie migliaia di appassionati attratti dal palcoscenico costruito sull'acqua.
Per chi vuole continuare con gli itinerari naturalistici c'è l'Anello verde, un grande percorso escursionistico, legato a fiabe e leggende che la scrittrice Daniela Egger ha raccolto in una guida messa a disposizione per tutti i turisti e gli amanti del trekking, particolarmente dedicata ai bambini, cui spiega in modo semplice e fantastico la storia delle valli, accompagnandoli lungo i laghi e i sentieri d'alta montagna.
E dopo le escursioni potrete andare a cena presso il Romantikhotel Krone di Lech, nella stube (sala da pranzo) risalente al settecento o riposare in uno degli alberghi della zona, come l'accogliente e sofisticato Hotel Der Berghof, dove una notte costa circa 90 euro a persona, cui si include una ricca colazione e l'uso della nuovissima Spa (www.derberghof.at).
Ma nel Vorarlberg c'è qualcos'altro che non può sfuggirvi. Già - prima che cada la neve e tutta la zona diventi una splendida località sciistica - la vista delle numerose mucche al pascolo ne anticipano l'importanza per questa regione, ma di certo il profumo inebriante lungo le vie dei piccoli borghi non lascia alcun dubbio sulla grande quantità di formaggio che qui arricchisce le tavole. A Lingenau l'edificio «Käsekeller», raccoglie 32.600 forme di «bergkäese», una varietà dal sapore intenso e diversi DOP, prodotti da ben 17 caseifici diversi. Qui potrete vedere tre modernissimi robot all'opera nella pulitura e salatura dei formaggi, nell'edificio progettato da Oskar Leo Kaufmann, tra i più noti rappresentanti dell'architettura contemporanea (www.kaesekeller.at). Da qui parte la Käesestrasse, non una semplice strada, ma l'unione di professionalità e passione nella creazione dei formaggi: come fossero opere d'arte, migliaia di forme vengono preparate per la festa d'autunno, in cui i paesi e le trattorie della zona offrono laboratori e degustazioni fino alla fine di ottobre (www.kaesestrasse.at).
Proseguendo per Schwarzenberg, dove curiosamente nei giorni di festa le donne portano ancora i tradizionali abiti ricamati e copricapo pittoreschi a forma di cono, potrete visitare il museo dedicato a Angelika Kauffmann, la straordinaria pittrice che visse anche in Italia, che raccoglie importanti opere d'arte, documenti e oggetti pregiati (www.angelika-kauffmann.com ). Per informazioni sulla regione e i suoi eventi: www.vorarlberg.travel. Per il turismo in Austria: www.austria.info/it