Auto e scooter elettrici: nuova frontiera dell’eco-mobilità

Il progetto e-mobility promuove l’uso dell’auto elettrica con l’obiettivo di rendere il settore dei trasporti più pulito e meno dipendente dalle risorse fossili. I risultati raggiunti sono concreti: in Germania E.ON ha concluso i test su 15 Bmw «Mini E» e fornirà di energia i punti di ricarica che saranno approntati. L’energia proviene dalle centrali idroelettriche E.ON in Baviera, ed è quindi a zero emissioni di diossido di carbonio. L’autonomia di queste Mini è di circa 150 chilometri. E.ON ha poi sviluppato con Volkswagen e il ministero dell’Ambiente tedesco test su 20 auto elettriche «Golf Twin Drives», una vettura ibrida elettrica, con un’autonomia di circa 50 km, dotata sia di un motore elettrico, che permette di guidare senza emissioni in città, sia di un motore a combustione interna ovvero a basse emissioni, per le distanze più lunghe. E.ON ha poi in corso con Audi un progetto pilota per la commercializzazione di 20 «A1 e-tron», vettura elettrica che raggiunge i 130 orari. Sempre E.ON ha presentato alla Fiera dell’elettromobilità di Monaco «eCarTec 2010», i nuovi modelli di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.
«L’auto elettrica - commenta Miguel Antoñanzas, Presidente di E.ON Italia (nella foto) - è la nuova frontiera della mobilità sostenibile e giocherà un ruolo sempre più importante. Il progetto e-mobility di E.ON, nato prima in Germania grazie a importanti accordi con le maggiori compagnie automobilistiche, si è sviluppato rapidamente anche in altri Paesi, tra cui Spagna, dove possiamo considerarci tra i pionieri, e in Italia, dove abbiamo presentato innovativi e-scooter». Da noi E.ON ha promosso una mobilità ecosostenibile attraverso l’uso di scooter elettrici (emissioni zero) con un’autonomia fino a 40 km, il cui motore è costituito da batterie al silicio dalla potenza di 1.500 Watt. Per ricaricarli basta collegarli a una presa «schuko». I motoveicoli sono attualmente disponibili presso l’hotel Executive di Milano, della catena Ata Hotels che già utilizzano «100% energia pulita E.ON», per i clienti che vogliono spostarsi in modo eco-sostenibile.
In Spagna, E.ON ha invece scelto Santander, firmando un accordo con il Comune per creare un esempio urbano di qualità della vita e rispetto dell’ambiente. Santander è la prima città spagnola a essere stata dotata di stazioni di ricarica elettrica ed E.ON può essere considerata pioniera nello sviluppo del progetto in tutta la nazione. Per quanto riguarda la Gran Bretagna, E.ON ha invece installato 36 distributori pubblici e 100 punti privati di ricarica. A Malmö, in Svezia, E.ON ha avviato un progetto pilota di mobilità elettrica con 35 autovetture sponsorizzate da E.ON. Il progetto, appoggiato dal governo svedese, ha una durata di 2 anni e coinvolge anche i mezzi di trasporto pubblici.NuPag