Le avventure del gatto Jinx

Tornano i protagonisti del brillante «Ti presento i miei» nel sequel «Mi presenti i tuoi», nel quale Greg, dopo aver conosciuto i genitori di Pam, deve accompagnare fidanzata e futura famiglia a casa dei suoi genitori. I Focker non sono proprio dei tipi comuni, esattamente all’opposto dei Byrnes. Sul contrasto tra i due mondi si basa un film ricco di colpi di scena, con un cast importante. Tra le curiosità presenti nei numerosi extra, merita di essere sottolineato il documentario «Nella cassetta del gatto: dietro le quinte con il Gatto Sfigatto», ovvero come il gatto Jinx, protagonista di molte delle scene più divertenti del film, sia stato trattato, sul set alla pari degli altri attori, con tanto di sedia personalizzata sulla quale riposarsi tra un ciak e l’altro. Ma come perdersi «Mammella paterna» ovvero come è nata l’idea di far indossare a De Niro il seno finto per nutrire il piccolo Jack, ovvero la «ghiandola paparia» che ricalca il seno della figlia, una delle scene più comiche della pellicola. Completano gli extra, il commento al film del regista, 20 scene eliminate, le papere sul set, un ritratto di famiglia sui Focker con tanto di intervista e, dulcis in fundo, le avventure del Piccolo Jack, ovvero come si fa ad istruire un bimbo piccolo per farlo recitare in un film così importante.

Annunci

Altri articoli