Le aziende pensano a difendere l'ambiente E l'arte fa da volano

Più investimenti su mobilità verde e risparmio energetico. Il punto chiave dell'educazione

Valter Pagliarulo

Come diceva Einstein, non si possono risolvere i problemi usando la stessa mentalità e gli stessi metodi che li hanno generati. Pertanto, per trovare soluzioni nuove alle crisi determinate dallo sviluppo economico e industriale (inquinamento dell'aria, cambiamenti climatici e distruzione della biodiversità), occorre utilizzare una diversa mentalità e altri metodi. Analogamente, lo sviluppo sostenibile deve diventare uno stimolo alle azioni più opportune da intraprendere per garantire la sopravvivenza delle future generazioni. Scienza e tecnologia, insomma, non possono essere estranee né separate dalle complesse caratteristiche della personalità umana.

Non è un caso che siano state le imprese del settore energetico, cioè quelle più coinvolte nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie, a farsi carico tra le prime della responsabilità sociale di incoraggiare stili di vita sostenibili ed ecologici per trasformare le città in smart city interconnesse, efficienti, sicure e su misura dei bisogni dei suoi abitanti. Un piccolo esempio? L'installazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche nei luoghi di sosta dove le macchine sono lasciate più a lungo, come parcheggi della grande distribuzione o parcheggi aziendali, in modo da facilitare l'uso di questi mezzi senza stravolgere le abitudini dei conducenti.

A proposito di grande distribuzione occorre ricordare che si tratta di un settore in prima linea contro il climate change attraverso il ricorso all'energia verde e la ricerca dell'autonomia energetica e l'uso di materiali a basso impatto ambientale. Un impegno che si declina non solo progettando edifici a basso impatto ambientale e centri di distribuzione che utilizzano energie rinnovabili, ma anche sensibilizzando i consumatori all'importanza della raccolta differenziata. Sostenibilità è anche la promozione e il sostegno delle filiere agroalimentari ad alto valore così come la valorizzazione dei bio-shopper, le buste di plastica biodegradabile ormai diventate un obbligo di legge. Al concetto di sostenibilità intesa come etica dell'ambiente si affianca anche quello di responsabilità dell'impresa che vede le aziende sempre più coinvolte nel sostegno delle organizzazioni di volontariato, delle iniziative culturali e delle attività sportive giovanili, soprattutto quando vengono praticate con lo scopo di recuperare adulti e soprattutto giovani da situazioni di degrado socio-economico.

Ma come educare l'uomo al concetto di sostenibilità? Secondo una ricerca dal Centre for Sustainable Enterprise dell'Università Concordia di Montreal in Canada, l'arte è il metodo più idoneo ed efficace per raggiungere lo sviluppo sostenibile in quanto, suscitando sensazioni, emozioni e sentimenti, è lo strumento più efficace per aumentare in noi la passione verso il pianeta che ci permette la vita. E l'arte, per queste sue caratteristiche, può essere considerata la soluzione più idonea per accendere il desiderio sia di vivere in armonia con la natura sia di procedere con uno sviluppo che sia sostenibile per il nostro pianeta. Un chiaro esempio è rappresentato da Olafur Eliasson, artista ed eco-designer, che con le sue lampade ha portato nella vita quotidiana il concetto di rispetto per l'ambiente e dunque di eco-sostenibilità, la stessa che si ritrova nella sua installazione The Weather Project.