La beffa di Salah: arrestato in un appartamento del Comune

Oltre il danno la beffa: Salah Abdeslam, il ricercato numero uno d'Europa dalla notte tra il 13 e il 14 novembre, quando lui e un commando di jihadisti avevano assaltato Parigi e ucciso 130 person soprattutto al Bataclan.

Per mesi lo si è pensato in fuga, persino in Siria. E invece era sotto il naso degli inquirenti, a Molenbeek, quartiere di Bruxelles da cui tutto era partito. Lì è stato preso quattro mesi dopo le stragi. In un appartamento in un edificio al 79 della rue des 4 Vents. Una casa popolare di proprietà del Comune di Molenbeek-Saint-Jean, una delle 19 municipalità di Bruxelles.

Commenti

Keplero17

Sab, 19/03/2016 - 09:01

La copertura dimostra che ci sono quelli che fanno e quelli che non fanno, ma che la pensano tutti allo stesso modo. Un minuto in ricordo delle vittime del Bataclean e da noi le studentesse e gli studenti escono dalla classe.

Clericus

Dom, 20/03/2016 - 01:02

http://www.lalibre.be/actu/belgique/salah-abdeslam-d-un-vol-rate-a-limelette-au-carnage-de-paris-portrait-56ec6ee335708ea2d3aedee6 “Quand Françoise Schepmans, la libérale, a été élue au maïorat de Molenbeek, en 2012, elle s’est rendu compte du clientélisme qui sévissait dans la commune. La famille Abdeslam bénéficiait indûment d’un logement communal car ses revenus annuels dépassaient les 100 000 euros. "Leur contrat prend fin en 2016 car ce n’est pas facile de mettre dehors des locataires", nous disait-elle.” Chi afferma che la povertà fomenta il terrorismo mente senza pudore: un reddito familiare superiore a € 100000, una casa del comune ad affitto irrisorio...

heidiforking

Dom, 20/03/2016 - 13:56

Tutto il mondo è paese ! Non so se questo basta a consolarci......