Bordoni: «Il mio impegno per i giovani e la famiglia»

Nel programma del candidato del Pdl al Comune di Roma grande attenzione ai problemi delle periferie e del litorale

«Il Popolo della Libertà riconosce l’alto valore sociale della famiglia. Per questo il mio programma prevede l’attuazione di politiche sociali a tutela dei giovani, nuclei familiari e degli anziani, attraverso ad esempio la creazione dell’Authorithy Europea sulla Famiglia e l’istituzione di una nuova “Unità Speciale Servizi Sociali” in ogni Municipio. Sul tema poi dell’emergenza abitativa cercherò di dare risposte concrete prevedendo sin da ora un bando speciale per nuovi alloggi da destinare a 37.000 famiglie romane». Davide Bordoni, consigliere capitolino uscente e candidato per il Pdl al Comune, presenta i punti centrali del suo programma, stilato anche sulla base della sua esperienza come presidente del XIII municipio, quello di Ostia e Acilia, del suo rapporto diretto con i cittadini, dei problemi riscontrati dal vivo, guidando uno dei municipi più importanti della capitale. Grande attenzione quindi per temi quali i disagi per le famiglie che vivono nell’entroterra capitolino, la viabilità sulla via del Mare, lo sviluppo del turismo, il commercio. «È sotto gli occhi di tutti che ciò che le passate giunte di sinistra, di Rutelli prima e Veltroni poi, hanno realizzato negli ultimi dieci anni è davvero poco, sia in termini di efficienza che di qualità. Per questo ho scelto, sostenuto dal mio partito, di correre di nuovo per il Consiglio comunale nella lista del Popolo della Libertà».
In caso di vittoria del Pdl, quali saranno le priorità da cui partirete?
«Roma, con le sue periferie, i suoi quartieri, il suo centro storico, ha bisogno di una gestione all’altezza delle esigenze di una capitale e c’è bisogno di dare risposte concrete ai problemi quotidiani, ascoltando i cittadini e prendendo in considerazione le loro richieste. Come Popolo della Libertà abbiamo stilato la “Carta per Roma”, un documento che riassume i principali interventi di cui ci faremo promotori per la capitale. Poi, in particolare, nel mio programma elettorale ho evidenziato le priorità sul tema della sicurezza e del rispetto della legalità proponendo il potenziamento dell’organico della Polizia municipale e l’istituzione del vigile di quartiere. Per garantire servizi sociali adeguati alle famiglie ho inserito poi la previsione di nuove infrastrutture e servizi come 200 nuovi asili su Roma, del nuovo cimitero nel XIII e il potenziamento della strutture ospedaliere del G.B. Grassi e del Centro Paraplegici di Ostia, come anche la riqualificazione delle strutture sportive pubbliche, vista la grande presenza in questo territorio di molti ragazzi e giovani famiglie».
Parlando di Ostia ed entroterra, sono zone che soffrono da tempo dell’inadeguatezza della viabilità, soprattutto nella stagione estiva...
«Su questo punto c’è bisogno di interventi radicali e della volontà di metterli in atto. I cittadini soffrono ogni giorno i disagi e quindi attueremo in tempi brevi il potenziamento della via del Mare, con l’unificazione di questa strada con la via Ostiense, e il completo riassetto della via Cristoforo Colombo con nuove e complanari. Per diminuire poi le lunghe file e i numerosi incidenti, lavoreremo per la realizzazione di quattro sottopassi in punti cruciali come Malafede, Acilia, via Pindaro e via Canale della Lingua».