Business Unit legata a Enti religiosi e volontariato

La divisione di Cattolica adotta un concetto che ruota intorno alla qualità del servizio

Lorenzo Corti

Nel suo piano industriale Cattolica Assicurazione ha considerato l'area degli enti religiosi e del volontariato uno dei settori in cui concentrare un importante investimento pluriennale sia in termini di risorse umane che di politiche di marketing. La compagnia è l'unica realtà nel panorama assicurativo italiano ad avere una Business Unit dedicata ad un mondo nel quale, per storia, cultura e competenza, è tradizionalmente legata e in esprime una indiscussa leadership. La Business Unit, è dedicata ad attività interne volte alla creazione di percorsi progettuali e di sviluppo rivolto alle linee interne della compagnia e verso gli agenti impegnati in questi settori. Il concetto intorno a cui ruota è quello della qualità del servizio che tenga conto dei cambiamenti profondi che sono in atto nel mondo cattolico sia nelle realtà istituzionali sia nel non profit e nel volontariato.

Imminente è l'uscita del Piano Assicurativo Tutti i Rischi in Convenzione per l'Ente Parrocchia, della Convenzione Polizza Musei Diocesani, oltre alla Convenzione Polizza Tutela Legale dell'Ente Diocesi e dell'Ente Parrocchia e il possibile restyling della Polizza del Volontariato. Cattolica ha voluto inoltre sviluppare prodotti specifici per il mondo degli Enti religiosi e non profit, con una gamma di servizi assicurativi comprendenti, tra l'altro, gli strumenti di investimento e la previdenza complementare. E per la clientela retail che ruota intorno a questo mondo sono previsti prodotti specifici «predefiniti» e taylor made. Le prossime azioni immediate si focalizzeranno nel consolidare i rapporti con le Diocesi italiane, con le Associazioni cattoliche e i Movimenti ecclesiali, e i Centri Servizi del Volontariato presenti sul territorio.

«C'è ancora tanto da fare - dice Piero Fusco, responsabile della Business Unit - ma è un progetto al quale lavoriamo con entusiasmo grazie a una task force estramente qualificata e a una rete agenziale che fa della competenza il suo punto di forza».