C’è una soluzione anti-sprechi Bollette più leggere

Ibm ha sviluppato un’offerta di servizi e tecnologie per rispondere alle esigenze di tutti i livelli della filiera del settore energia, che comprende la generazione, la trasmissione, la distribuzione, la vendita e l’utilizzo da parte del consumatore finale.
Per i distributori ha sviluppato il progetto Amm-Automated Meter Management, ossia la telelettura e la telegestione del misuratore. Nato da una collaborazione con Enel, che ha scelto Ibm come partner per lo sviluppo, la commercializzazione e la realizzazione di progetti basati su questa soluzione, Amm rappresenta una tecnologia basata sull’impiego di misuratori elettronici, connessi a un sistema di gestione centrale, per consentire non solo la lettura da remoto dei consumi delle utenze, ma anche di effettuare, sempre da remoto, alcune operazioni sul contatore, come il cambio di potenza, la sospensione del servizio, l’interruzione e riapertura della fornitura. Attività che normalmente vengono eseguite manualmente attraverso l’intervento di una squadra sul posto.
I «misuratori intelligenti», inoltre, permettono l’introduzione di tariffe di consumo dipendenti dalla fascia oraria, con il vantaggio di disincentivare l’uso dell’energia nelle fasce orarie di punta, ottenendo una riduzione dei picchi di consumo. Una soluzione che si traduce in una serie di vantaggi per l’operatore che, in tal modo, abbatte i costi di gestione, ma anche per l’utente finale, che può aderire all’offerta multioraria del venditore, orientando i propri consumi nelle ore durante le quali l’energia ha un prezzo inferiore, risparmiando così sulla bolletta. Tale tecnologia, infine, consentendo a distributori e dettaglianti di introdurre strategie di gestione della domanda, offre anche un vantaggio di sistema. La fornitura di energia distribuita in modo più equo su tutto l’arco della giornata permette infatti all’operatore di evitare costosi interventi di potenziamento delle reti per far fronte ai picchi di domanda.
Soluzioni come queste incidono sulla qualità della gestione della rete, contribuendo alla razionalizzazione e ottimizzazione di tutti i processi. Amm, per esempio, permettendo la misurazione automatizzata dei consumi, riduce i tempi di riscossione delle bollette, quindi di tutti i costi operativi legati a queste attività; e consente di ridurre i furti di energia, identificando le aree dove questi eventi si verificano. La possibilità di introdurre tariffe diversificate sulle fasce orarie ha permesso negli Stati Uniti di ridurre del 5,2% la domanda di energia nelle ore di punta.