Calcio, Mondiali 2014 in Brasile

La Fifa ha assegnato al paese sudamericano cinque volte campione del mondo il compito di organizzare la competizione iridata. Il Brasile era l’unico paese candidato in quanto rappresentante del Sudamerica, continente designato ad ospitare il torneo del 2014 in base alla regola dell’alternanza

Zurigo - Sessantaquattro anni dopo l’ultima volta, la Fifa ha assegnato al Brasile, unico candidato, l’edizione della Coppa del Mondo del 2014. Il comitato esecutivo, riunito oggi a Zurigo, ha deciso all’unanimità. Il Brasile, cinque volte campione del mondo, aveva già ospitato la competizione, ma nel lontano 1950. L'imprimatur ufficiale della Fifa è arrivato dopo che, a Zurigo, era intervenuto il presidente Luiz Lula da Silva. Il Brasile non aveva rivali: solo i verdeoro, infatti, erano in lizza per la World Cup in programma tra 7 anni. Il Brasile diventa così il secondo Paese ad ospitare due Coppe del mondo dopo Messico (1970 e 1986), Francia (1938 e 1998), Germania Occidentale e Germania (1974 e 2006) e Italia (1934 e 1990). La prossima Coppa verrà disputata nel 2010 in Sudafrica.

Platini: "Sarà come il pellegrinaggio alla Mecca" Il mondiale in Brasile rappresenta per il calcio, secondo Michel Platini, il "pellegrinaggio alla Mecca". Il presidente dell’Uefa ha espresso tutta la sua soddisfazione per una scelta scontata, vista la candidatura unica, ma comunque emozionante: "Il Brasile è il paese che ha regalato più di tutti al calcio. Una coppa del Mondo in Brasile è come andare in pellegrinaggio alla Mecca, a Santiago di Compostela o a Gerusalemme: per un calciatore, è il massimo".

Mondiali femminili 2011 in Germania I Mondiali di calcio femminili del 2011 si giocheranno in Germania. La Germania ha battuto la candidatura presentata dal Canada. Le tedesche si sono laureate campionesse del mondo in Cina esattamente un mese fa, battendo per 2-0 il Brasile nella finalissima di Shanghai. Le precedenti edizioni della coppa del mondo si erano tenute in Cina nel 1991 (vittoria degli Stati Uniti), in Svezia nel 1995 (vittoria della Norvegia) e negli Stati Uniti, nel 1999 e nel 2003 (vittoria della padrone di casa e poi della Germania).