California, sparatoria in un salone di bellezza Il bilancio della strage è di 8 vittime e un ferito

Entra nel salone di bellezza dove lavora l'ex moglie e inizia a sparare, causando otto morti e un ferito grave. L'uomo, un 42enne californiano, in causa con la moglie per l'affido di un figlio, è stato arrestato subito dopo la sparatoria

Entra nel centro estetico dove lavora l'ex moglie e apre il fuoco, causando otto vittime e un ferito molto grave. La strage è avvenuta nel salone "Meritage Beauty", a Seal Beach, località californiana dell'Orange County.

Il colpevole, il 42enne Scott Evans Dekraai, ex marito di una delle lavoratrici del salone di bellezza, la parrucchiera Michelle DeKraai, si è introdotto nel posto di lavoro armato, iniziando a sparare e causando sei vittime e alcuni feriti. A spingerlo al gesto inaudito sarebbe stata una causa di affidamento che lo contapponeva da lungo tempo alla moglie riguardo all'affidamento di un figlio. In fuga, l'uomo è stato fermato dalla polizia poco dopo il misfatto, riconosciuto probabilmente grazie all'auto che guidava.

Intervenuti sul luogo della sparatoria i medici hanno potuto solo constatare la morte di sei persone. Inutile il tentativo di trasportare in ospedale due soggetti feriti seriamente, che sono morti durante il trasporto. Un ultima persona sarebbe tuttora in condizioni piuttosto gravi.