Campus biotech per studenti

Il mondo delle biotecnologie rappresenta un’area di ricerca tra le più promettenti per la scoperta di farmaci efficaci

Biotecnologi e studenti europei assieme a Basilea. Alcuni tra i maggiori esperti nelle biotecnologie e 45 studenti selezionati dalle migliori università europee si sono incontrati dal 27 al 30 agosto al Novartis Biotechnology Leadership Camp, o BioCamp, per confrontarsi in modo approfondito sui trend globali di questo settore. Il BioCamp è un innovativo seminario che offre agli studenti l’opportunità di un approccio concreto al mondo delle biotecnologie. Due i giovani italiani selezionati per prendervi parte, Maria Vittoria Verga Falzacappa e Ciro Zanca, provenienti, rispettivamente, dalle università di Trieste e di Napoli.
«Il BioCamp è solo un esempio dell’impegno con il quale Novartis sostiene una formazione scientifica d’eccellenza e l’innovazione nella ricerca e sviluppo», ha affermato Daniel Vasella, CEO di Novartis, la società farmaceutica svizzera con sede a Basilea, presente in 140 Paesi con 98.200 dipendenti. È tra le prime aziende al mondo impegnate nell’area della salute con un volume di affari nel 2007 di 38,1 miliardi di dollari ed un utile pari a 6,5 miliardi. Gli investimenti in ricerca superano annualmente i 6,4 miliardi di dollari. «Mettere in relazione il settore biotech con i talenti più promettenti delle maggiori università alimenta quella costante interazione e quel rinnovamento del modo di pensare che sono necessari nello sviluppo di nuovi farmaci».
La giornata inaugurale del BioCamp ha proposto importanti interventi: oltre a quello di Vasella, che ha illustrato le tendenze globali del settore farmaceutico, vi è stato quello di Paul Herrling, responsabile della Corporate Research Novartis, che ha affrontato i temi dell’innovazione nelle biotecnologie e del futuro dei nuovi farmaci. Martin E. Schwab, dell’università di Zurigo, ha illustrato i nuovi sviluppi nelle neuroscienze. Il programma del BioCamp ha offerto ai partecipanti la possibilità di visitare il Novartis Center of Biotechnology di Huningue, in Francia, insediamento dedicato allo sviluppo dei prodotti biotecnologici. Novartis ogni anno forma centinaia di giovani di tutta Europa attraverso stage, corsi dopo la laurea e il dottorato.
«Allo scopo di continuare a sviluppare nuovi farmaci - ha affermato Ruedi Gygax - il Novartis Venture Fund sostiene finanziariamente lo start-up di società biotecnologiche. Attualmente gestisce 500 milioni di dollari ed oltre 50 società nel mondo».