«Car Village» di Fassina è auto, officina e servizi

Diego Luigi Marin

da Milano

È il prototipo del retail park dell’auto, con i saloni totalmente a vetrina ove occhieggiano, lucidi e ammiccanti, modelli nuovi di zecca e vetture usate di marchi diversi, i negozi di accessori e i punti vendita che celebrano i brand affermati nelle fogge del merchandising, e pure un corollario di molteplici facility, dai magazzini ricambi alle officine, dai servizi finanziari e assicurativi a quelli notarili e del post vendita.
È l’ultima scommessa di Tony Fassina, campionissimo dei rally a cavallo degli anni ’70 e ’80 e oggi tra i principali dealer italiani che a Nord di Milano, sulla Varesina, ha iniziato tre anni fa a costruire il suo sogno. È il Car Village, una cittadella dell’auto estesa su 55mila metri quadrati, per cui il gruppo Fassina ha investito 40 milioni. «Il villaggio dell’auto - spiega l’ex pilota divenuto imprenditore di successo - è concepito come un centro polifunzionale dove il cliente può trovare una gamma di vetture e veicoli commerciali tra le più ampie e aggiornate, prodotti e accessoristica, nonché tutti i servizi correlati». Più che un’esposizione multimarca dai grandi numeri, con accettazioni specifiche per ciascuno dei brand e un’officina con 40 ponti di sollevamento, è una megastruttura commerciale e di servizio all’insegna del tutto-in-uno, aperta sette giorni su sette. Scelta l’auto da acquistare, il notaio per la cessione dell’usato è lì dappresso, come pure la filiale bancaria, la finanziaria e l’agenzia assicurativa; nel frattempo, lei (o lui) può fare shopping e il parco giochi tiene occupati i bambini.
«Al cuore del Car Village - sottolinea Fassina - un grande salone di auto nuove Fiat, Lancia, Alfa Romeo e Skoda, un’area di 10mila metri con vetture usate di ogni marchio e cilindrata, un’ampia vetrina di Volvo, Jaguar, Mg Rover, Renault, Chrysler, cui s’aggiunge una nutrita rappresentanza dei modelli più trendy». Con un fatturato consolidato di 305 milioni e 400 addetti, il gruppo Fassina aggrega tutte le proprie attività nel ramo tramite la neocostituita Fassina Automotive: 13 società partecipate (capaci di vendere 24mila auto nell’anno) e altre 3 concessionarie in predicato. Le altre aree di business rientrano nei settori finanziario e immobiliare, comprendendo anche la distribuzione di carburanti, con la partecipata Petrolservice. E non manca nemmeno l’on-line, affidato al sito www.automobili.com.