Cargolux, Malpensa tappa del tour mondiale per i 45 anni del vettore

Un Boeing 747 con una maxi-decalcomania sulla carlinga atterrato nello scalo gestito da Sea dove opera Cargolux Italia, prima compagnia merci nel nostro Paese con il 13,8% del mercato

Dal grande “naso” della prua alzato del grande Boeing parcheggiato alla Cargo City esce lentamente, con una manovra di precisione, una lunga cassa di legno che contiene l’albero di una barca a vela lungo più di venti metri che viene calato con attenzione a terra, su un carrello che lo traporta in magazzino per la consegna alla destinazione finale. E’ arrivato dagli Stati Uniti a bordo dell’aereo di Cargolux Lx-Vcm a Milano Malpensa, il più grande hub merci e mobilità integrata d’Italia.

Ma è stata una spedizione solo apparentemente di routine, perché è stato trasportato per un’occasione speciale a bordo di un aeromobile cargo speciale, il numero 13 della serie 8 di Boeing, entrato in linea nel settembre scorso, rivestito con una maxi-livrea colorata che rappresenta tutte le sfaccettature delle spedizioni effettuate da Cargolux nel mondo. La livrea è stata creata dal famoso cartoonista belga Philippe Cruyt e, con 460 parti, è la più grande decalcomania che la Boeing abbia mai applicato su un suo aeromobile..

In questo modo la compagnia con sede in Lussemburgo, la numero uno in Europa e l’ottava nel mondo con oltre 50 destinazioni servite, ha festeggiato anche a Malpensa i suoi 45 anni di attività. Tappa che fa parte di un tour mondiale in tutte le stazioni della compagnia tra cui Dubai, Hong Kong, Chicago, Los Angeles, Vienna e Monaco. Festa particolare perché a Milano Malpensa, lo scalo gestito da Sea, ha la sua base Cargolux Italia che da qui opera con quattro aeromobili. Scalo strategico della compagnia: infatti Cargolux Italia è il vettore numero uno in Italia con una quota di mercato del 13.8% nel 2015.

"Il nostro tour mondiale e' stato un grandissimo successo - ha spiegato Niek van der Weide, executive vice president sales & marketing di Cargolux - e ci ha dato la grande opportunità di dimostrare al mondo quello che Cargolux e' in grado di offrire in fatto di trasporto merci”. Pierandrea Galli, amministratore delegato di Cargolux Italia e country manager Italia ha spiegato: “Il nostro status di più grande compagnia cargo italiana è testimoniato dal fatto che Cargolux Ialia è la prima scelta degli spedizionieri italiani per tutte le destinazioni offerte, in special modo per I servizi diretti offerti dallo scalo di Milano Malpensa. I nostri voli su Giappone, Stati Uniti, Cina, Russia, Hong Kong e Dubai collegano direttamente il mercato italiano con le principali destinazioni richieste dal mercato e, attraverso un sistema di navette con il Lussemburgo, vengono collegate oltre 90 destinazioni nel mondo”.
“Cargolux Italia ha dimostrato grandi prestazioni, è uno dei cardini della solidità commerciale del gruppo Cargolux. E' proprio per onorare la nostra consociata Italiana, che abbiamo lasciato Milano Malpensa come ultima tappa, del nostro tour”, ha infatti sottolineato van der Weide.

Soddisfatto dell’iniziativa anche Giulio De Metrio, chief operating officer e deputy Ceo di Sea che ha ribadito l’importanza della lunga collaborazione fra Sea e Cargolux che ha contribuito alla crescita della compagnia e quella dell’hub cargo di Malpensa che si è confermato leader in Italia. E anche il 2016 conferma questo trend con i volumi nei primi mesi in crescita del 6,5% rispetto allo stesso periodo del 2015.

“A Malpensa il Gruppo Cargolux è il primo vettore cargo con una market share di circa il 16% - aggiunge De Metrio - e ha registrato nel periodo 2011-2015 un tasso medio di crescita del 4% della merce e del 7% dei voli. Malpensa ha registrato una crescita eccellente negli ultimi due anni, +9% sia nel 2014 che nel 2015, raggiungendo 500.000 tonnellate, con una quota di mercato del 55 % sul totale dei trasporto aereo italiano, che significa primo aeroporto in Italia, nono in Europa, considerando anche le principali basi dei corrieri. Il primo quadrimestre 2016 conferma questo trend con un + 6% e anche il mese di maggio sta mostrando un andamento positivo. Nonostante il debole andamento della domanda cargo globale soprattutto dall'Asia, Malpensa sta mostrando un aumento di flussi di esportazione soprattutto verso i mercati del Medio Oriente e dell’Asia dell’Est che rappresentano oltre il 50% del volume totale. Lusso e moda - vestiti, indumenti, scarpe, auto - sono i principali prodotti esportati, mentre per l’import sono in aumento i prodotti semilavorati dall'Asia. La forte performance dei flussi di esportazione negli ultimi anni, fino al 60% del traffico totale nel 2015, conferma che Malpensa è la porta sul mondo per tutti i "top class" made in Italy”.