La carica degli ottanta per lo scudetto giornalisti

da Roma

Sarà il campo di Castelgandolfo, con l'indispensabile aiuto di Banca Intesa San Paolo, Farmacia Lopriore, penne Aurora e Poggio Le Volpi, ad ospitare la prossima settimana il campionato dell'Aigg, l'associazione italiana dei giornalisti golfisti, che torna a Roma dopo essere stato di scena, nel passato, all'Acquasanta ed al Marco Simone.
Quella che scatterà martedì 25, e si concluderà il giorno successivo dopo 36 buche giocate rigorosamente con formula medal scratch (ma sono previste anche tre categorie ad handicap per assegnare i premi sul netto) sarà l'edizione dei record. Innanzitutto per il numero dei partecipanti, che quest'anno sfiora quota ottanta, dando un chiaro segnale della crescita esponenziale che l'associazione ha avuto negli ultimi anni.
Poi perché, per la prima volta in assoluto, scenderanno in campo otto campioni europei. Si tratta dei giocatori della squadra nazionale dell'Aigg che nel giugno scorso hanno conquistato (in modo sorprendente quanto meritato) il titolo continentale a squadre dei giornalisti golfisti. Ed è stata proprio la concomitanza con i campionati europei ad imporre lo slittamento degli Italiani a settembre.
Mai come quest'anno la lotta per il titolo tricolore è incerta ed il campione uscente, il rodigino Roberto Roversi, dovrà dare il meglio di sé per confermarsi. Le insidie maggiori dovrebbero arrivargli dai nuovi soci Dario Bartolini e Prisca Taruffi e dai vecchi amici Giulio Lapasini e Renato D'Argenio. Ma le sorprese sono sempre dietro l'angolo, come ha confermato l'edizione 2006 di Udine, dove Paolo Maggi costrinse Roversi ai play-off.