«La casa al fresco senza spendere tanto»

Il manager spiega come, grazie ai nuovi prodotti, è possibile ottenere risparmi sulla bolletta fino al 40% «Con noi il benessere aumenta»

Chiediamo a Giorgio Scaloni, direttore del marketing strategico del gruppo Merloni TermoSanitari: come sta andando il mercato della climatizzazione in Italia? «É in espansione - risponde -: da una parte ciò è dovuto all’attuale andamento delle temperature e all’ondata di caldo di questo periodo. Dall’altra, assistiamo all’evoluzione di un consumatore sempre più attento alla ricerca del comfort domestico, non solo d’inverno, ma anche nel periodo estivo».
Si può parlare di boom della climatizzazione?
«Negli ultimi anni, pur con un andamento altalenante legato alle diverse condizioni climatiche, il mercato ha tenuto una crescita media del 10%; molto probabilmente quest’anno, proprio a causa delle elevate temperature, si assisterà a un aumento delle vendite superiore alla media. Nel 2006 il mercato italiano della climatizzazione ha superato gli 1,5 milioni di pezzi prodotti; Ariston è tra i leader con una quota significativa».
Gli italiani cercano il caldo d’inverno e il fresco durante l’estate...
«Il trend è caratterizzato da una crescente richiesta di comfort e di una maggior efficienza energetica. Grazie alle nuove tecnologie di condizionamento Ariston, è possibile ottenere risparmi sulla bolletta dell’energia elettrica fino al 40%; anche nel riscaldamento dell’ambiente e dell’acqua, le nuove caldaie a gas e i nuovi scaldacqua Ariston permettono di ottenere risparmi sui consumi fino al 35%. Tali risparmi si traducono anche in minori emissioni di CO2, e quindi in rispetto per l’ambiente».
Comfort da una parte e alta tecnologia dall’altra...
«Mts Group, con il marchio Ariston, è leader nel condizionamento e nel riscaldamento dell’acqua e dell’ambiente. Siamo fornitori globali di comfort per la casa, attenti da una parte al risparmio energetico, dall’altra alla natura. Investiamo in ricerca e sviluppo di nuove tecnologie, come le caldaie a condensazione, ma anche in tecnologie tradizionali rinnovate e più efficienti che in passato: pensiamo, per esempio, all’elettronica di controllo o alle funzioni automatiche dei prodotti. Il nostro obiettivo è quello di sviluppare soluzioni che possano aumentare il benessere dei consumatori, ottimizzando l’efficienza energetica e riducendo le emissioni inquinanti: questo si riflette in un’offerta di prodotti di qualità con i più alti standard del settore: le caldaie Ariston di ultima generazione, lanciate quest'anno, permettono risparmi fra il 15 e il 30%».
Quali sono i nuovi trend nel settore?
«Finalmente anche in Italia si sta affermando il solare termico. Il periodo estivo è il più adatto per l’acquisto e l’installazione di un sistema solare per la produzione di acqua calda: in questo modo è possibile avere il sistema solare già installato in autunno, quando può funzionare in sinergia con una caldaia tradizionale».
Perché il solare termico?
«I sistemi solari producono acqua calda sanitaria e possono affiancare le caldaie tradizionali nel riscaldamento. Ariston produce pannelli solari, competitivi per costi e prestazioni, che si adattano alle esigenze di ogni nucleo familiare. Sono prodotti che durano da 15 a 20 anni, facili da installare e adatti alle condizioni di irraggiamento solare di tutta Italia. Non dimentichiamo poi le agevolazioni previste: come per le caldaie a condensazione, per i sistemi solari è prevista una detrazione del 55% dell’intero costo dell’impianto in tre anni».