Casio scommette sulla "video-mania"

Il produttore nipponico lancia due innovative fotocamere compatte. Tra le novità un software per realizzare filmati di alta qualità destinati a YouTube

Dalla scatto a Youtube. Casio, marchio distribuito in Italia da Ical, ha siglato un’importante alleanza con YouTube. L’accordo le consentirà di installare in esclusiva nelle proprie fotocamere un software che permette di realizzare filmati con caratteristiche ottimizzate per la visione sul sito e per il loro caricamento immediato e con un’unica operazione nonappena la fotocamerà sarà collegata a un Pc connesso a Internet. L’esclusiva sarà in vigore fino alla fine dell’anno.

I primi due modelli a includere YouTube Best Shot sono le compatte Casio Ex-Z77 (7,2 megapixel, zoom ottico 3x, prezzo consigliato 199 euro) e Ex-S880 (8,1 Mp, 3x, 279 euro). I due prodotti, ovviamente, offrono anche altre caratteristiche innovative, oltre a un’estetica raffinata e a dimensioni contenute. Due feature che sono state innovate sono la face detection - che consente di memorizzare alcuni visi affinché la macchina fotografica si imposti automaticamente per privilegiarli nell’esposizione e nella messa a fuoco al momento dello scatto - e lo scatto a raffica, che permette di ottenere, di un’inquadratura, da quattro a cinque scatti in maniera da poter scegliere quello venuto meglio o tenerli tutti. La terza caratteristica importante è l’implementazione del codec video H.264.

Per tornare a YouTube, l’alleanza prevede che nessun altro produttore possa includere e pubblicizzare il software YouTube Best Shot. Inoltre, Casio incentrerà su questa caratteristica un intensa campagna pubblicitaria nel periodo novembre-dicembre, quello che storicamente è più cruciale per determinare la fortuna di prodotti consumer in un determinato anno, con code anche nei mesi a seguire. Da settembre la funzionalità YouTube Best Shot sarà disponibile anche su altri modelli di compatte Casio. Per la fine dell’anno dall’azienda nipponica dovrebbe arrivare una nuova rivoluzionaria tecnologia hardware su cui, per il momento, vige il più stretto riserbo.