Il Cavaliere di Marino Marini in sella a Malpensa

La grande scultura in bronzo Idea del Cavaliere, si mostra in tutta la sua bellezza e forza ai passeggeri dell'aeroporto continuando al sua cavalcata ideale. L'opera è infatti in mostra fino al 31 agosto nella "Porta di Milano", lo spazio espositivo che si trova all'aeroporto fra il terminal 1 e la stazione ferroviaria. E' inizio della collaborazione fra Sea e Museo del Novecento, biglietto da visita di prestigio per Milano come città d'arte e di cultura

La grande scultura in bronzo di Marino Marini, Idea del Cavaliere, si mostra in tutta la sua bellezza e forza ai passeggeri che transitano dall'aeroporto intercontinentale di Milano Malpensa, continuando al sua cavalcata ideale. L'opera è infatti in mostra fino al 31 agosto nella "Porta di Milano", lo spazio espositivo che si trova all'aeroporto fra il terminal 1 e la stazione ferroviaria. La scultura appartiene al Museo del Novecento di Milano, con il quale Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, ha siglato un importante accordo per avere in prestito opere d'arte per l'allestimento di mostre periodiche nello scalo che valorizza così Milano come città d'arte e di cultura anche in vista di Expo 2015.

Realizzata da Marino Marini nel 1955, Idea del Cavaliere, raffigura un uomo a cavallo e fa parte di cinque opere del maestro dedicate allo stesso soggetto, comprendenti una versione in gesso policromo conservata nei Musei Vaticani. La rappresentazione stilizzata di un uomo a cavallo ha rappresentato una costante nel lavoro di Marino Marini (Pistoia, 1901-Viareggio, 1980). A partire da una prima elaborazione del 1935, l'artista è ritornato più volte su questo tema, dando vita nel corso degli anni ad una sequenza di sculture e dipinti. Nel 1972, Marini donò al Comune di Milano 29 sculture e 10 disegni. Dopo la sua morte, la moglie Maria, nel 1984, aggiunse una ulteriore donazione per complessive 200 opere tra sculture, dipinti e disegni.

"Con questa mostra e l'intesa con il Museo del Novecento, va avanti e si rafforza la politica culturale di Sea, tradizionalmente volta a valorizzare il patrimonio culturale di Milano – dice Pietro Modiano, presidente di Sea –. E' una collaborazione con il museo di arte contemporanea più importante d’Italia che ci rende legittimamente orgogliosi. L’intero aeroporto non è più solo un passaggio necessario per chi parte o arriva, ma diventa un luogo che emoziona, un aspetto che da anni Sea ha promosso con numerose iniziative che spaziano dall’arte, alla musica, allo sport. Diverse forme di intrattenimento per soddisfare le aspettative di un pubblico estremamente eterogeneo".