Cellulare per non vedenti

Un software offerto da Tim rende facile l’uso del telefonino. Telecom Italia lo offrirà gratuitamente ai propri clienti

Si chiama Tim Mobile Speak il software interattivo che rende accessibile la comunicazione via telefonino anche a non vedenti e ipovedenti. Telecom Italia lo offrirà gratuitamente ai propri clienti. Il sotware consente ai clienti non vedenti e ipovedenti di utilizzare tutte le funzioni del telefonino, grazie ad una voce elettronica che legge il display in base alle necessità e alle indicazioni dell’utilizzatore. Insieme a Tim Mobile Speak, ai clienti interessati verrà distribuito anche Tim Mobile Magnifier, una lente di ingrandimento virtuale che consente agli ipovedenti una più agevole fruizione delle informazioni sullo schermo del telefonino.

Il software della società spagnola Code Factory utilizza la tecnologia Loquendo (l’azienda del Gruppo Telecom Italia leader europea nel mercato delle tecnologie vocali) e nasce proprio con l’obiettivo di agevolare l’autonomia delle persone con disabilità visive, che non possono o fanno fatica a leggere il display del telefonino e a cui sarebbe quindi precluso l’utilizzo dei servizi radiomobili più utili e di uso più comune. Grazie al software tutti potranno scrivere e leggere SMS ed e-mail, comporre e scaricare messaggi multimediali (MMS), chiamare e modificare un numero memorizzato in rubrica, variare il modo d’uso del telefonino e le altre impostazioni, gestire il calendario degli appuntamenti, scrivere e leggere documenti di testo e navigare su Internet. Avranno inoltre a disposizione l’orologio e la sveglia.

I software saranno offerti gratuitamente da Telecom Italia al momento dell’acquisto di un telefonino che supporti la nuova applicazione (disponibile per alcuni tra i telefonini Nokia più diffusi, come i modelli E51, E61i, E65, E90, N73, N81 ed N95). L’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti garantirà a tutti i beneficiari dell’iniziativa un servizio di assistenza post-vendita dedicato, finalizzato alla risoluzione di tutti i problemi connessi all’uso della nuova applicazione.