Cent'anni di Montanelli Fucecchio in mostra

Dal 22 aprile al 13 settembre il paese natale del fondatore del «Giornale» gli dedica una rassegna. Saranno esposti giornali, lettere, fotografie, vignette e gli arredi dei due studi dove lavorava a Milano e a Roma. Un appuntamento da non perdere

L'intera biografia di Indro Montanelli, fondatore del «Giornale» scomparso nel 2001, sarà raccontata e illustrata da una grande mostra realizzata in occasione del centenario della nascita a Fucecchio, in provincia di Firenze, suo paese natale. La rassegna sarà allestita dal 22 aprile al 13 settembre 2009 nella sede della Fondazione Montanelli-Bassi e al Museo civico ed avrà come titolo «Indro Montanelli, la vita, le opere, i luoghi».

I promotori - il Comune di Fucecchio, la Fondazione Montanelli-Bassi e il Comitato nazionale per le celebrazioni del centenario della nascita di Montanelli - proporranno un percorso fotografico, bibliografico e documentario con cui sarà tracciata la biografia del padre del «Giornale», con, sullo sfondo, la storia del Novecento, di cui è stato uno dei principali testimoni attraverso i suoi leggendari reportages e i suoi libri che hanno fatto storia. Saranno esposti giornali, fotografie, riviste, libri nella varie edizioni, anche quelle più rare, oggetti personali, lettere inedite. Riproposti, inoltre, gli arredi dei due studi che Montanelli aveva a Milano e a Roma e che furono trasferiti a Fucecchio dopo la sua morte. Alla mostra si affiancheranno altre iniziative in grado di illustrare non soltanto le opere di Indro ma anche le relazioni personali e professionali che ha saputo intrattenere nell'arco del Ventesimo secolo.

Ci saranno così uno spazio riservato agli «Incontri», con foto e filmati dedicati alle personalità del mondo politico, culturale e dello spettacolo incontrati da Montanelli durante la sua prestigiosissima carriera, e una sezione speciale dedicata a ritratti e caricature di Montanelli eseguiti da noti artisti e vignettisti come Forattini, Fremura, Guttuso, Caruso, Manzi, Pericoli. Un altro spazio particolare sarà riservato ai libri di Montanellì, accompagnati da dediche, lettere e biglietti autografi: sarà poi esposta una selezione di quelle che si sono scambiati negli anno Montanelli e la moglie Colette Rosselli.

Non manca un focus sul legame che univa Montanelli a Fucecchio: fotografie e video che ricordano i suoi soggiorni e i luoghi a cui era particolarmente legato come il centro storico, le colline delle Cerbaie e il Padule. Una mostra da non perdere per chi ha amato il grande Indro. Le informazioni le trovate anche sul sito www.centenariomontanelli.it.