Cerciello Rega, Somma Vesuviana gli intitola un settore dello stadio

A Somma Vesuviana una giornata di iniziative in memoria del carabiniere ucciso a Roma, a due mesi dalla sua tragica scomparsa

A due mesi dall'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, la sua città di origine, Somma Vesuviana, lo ricorda con una giornata ricca di eventi. Ad organizzare l’iniziativa in sua memoria: il Comune di Somma Vesuviana e la Lega Pro. Al carabiniere, ucciso a Roma mentre era in servizio nella notte tra il 25 e il 26 luglio scorso, sarà intitolato un settore dello stadio comunale.

Dopo un’assemblea degli studenti, partita alle 10 al teatro Summarte, sarà celebrata una messa commemorativa. La cerimonia si terrà presso la parrocchia San Giorgio Martire in piazza Vittorio Emanuele. Alle 14,30 prenderà il via la cerimonia di intitolazione di un settore dello stadio comunale “Felice Nappi” di Somma Vesuviana. Nel pomeriggio, poi, sul campo di gioco si disputeranno due partite di calcio. Al termine si procederà con la premiazione degli atleti e la presentazione di un progetto di solidarietà

“Saranno coinvolti giovani ragazzi, studenti e Istituzioni. Si parlerà – ha fatto sapere l’Arma dei carabinieri - di legalità, valori e vita. Affinché la tragica morte del vice brigadiere Cerciello possa valorizzare l’impegno quotidiano di tutte le forze dell’ordine. Nel pomeriggio, presso lo stadio di Somma Vesuviana, sarà organizzato un quadrangolare di calcio e nell’occasione un settore dell’impianto sarà intitolato a Mario Cerciello Rega. Verrà, inoltre, presentato il progetto di solidarietà Valori e legalità in campo per la vita”.

Segui già la pagina di Napoli de ilGiornale.it?