CITTA’ EUROPEE

Il Nord dell'Irlanda è famoso per le costiere che precipitano scoscese in mare, i villaggi fiabeschi, i castelli solitari e le immense distese verdi che profumano l'aria. Ma fino al 30 ottobre prima di imboccare la Causeway Coastal Route, che corre per 128 chilometri sulla costa tra Belfast e Londonderry, si può sperimentare l'atmosfera frizzante del Belfast Festival at Queen's: una kermesse artistica polivalente, oggi alla sua 48° edizione, divenuta il secondo festival anglosassone per importanza dopo quello di Edinburgo. In scena: prosa, musica classica, jazz e country, letteratura ed arti visive con star della musica, della danza, ma anche della satira e del cabaret, che si esibiscono in anteprime mondiali, e produzioni d'avanguardia in tutta la città (www.belfastfestival.com). La musica scorre tra le vie di Belfast come linfa vitale. Da Van Morrison agli Snow Patrol, la città ha dato i natali a grandi musicisti e oggi ospita tutto l'anno numerosi eventi musicali pubblicati sul sito www.belfastmusic.org. Digitando www.gotobelfast.com è possibile prenotare itinerari musicali che iniziano alla Ulster hall e terminano al Oh Yeah Music Centre, hub musicale dei nuovi talenti (www.ohyeahbelfast.com). Un tour a piedi, in bus o in un black taxi consente di compiere un viaggio nella storia attraverso edifici vittoriani come la fastosa City Hall, la Linen Hall Library e i Botanic Gardens, senza perdere West Belfast, teatro dal 1968 dei Troubles e dei grandi murales rimasti a testimonianza. Se piove ci si può rifugiare gratuitamente all'Ulster Museum (www.nmni.com), nel gigantesco Victoria Square, centro commerciale di design, o al W5, il Centro di scienza e scoperta con circa 200 divertenti postazioni interattive per tutte le età (www.w5online.co.uk). In barca si visita il Titanic Quarter, dove il mito del transatlantico più famoso della storia, (l'anno prossimo ricorre il centenario del viaggio inaugurale) costruito qui nei vecchi cantieri Harland e Wolff, si mescola a nuovi edifici avveniristici. Nei Cathedral e Queen's Quarter si trovano invece i pub più noti, come il vittoriano Crown Bar, frequentato dagli artisti della Grand Opera House. Per una selezione doc: www.belfastpubtours.com.
A proposito di sapori irlandesi, il sabato mattina non si possono perdere i colori e i sapori del St. George's Victorian Market, i negozi gourmet sulla Lisburn Road Deli's, il cioccolato artigianale della Aunt Sandra's Candy Factory o il whiskey della Bushmills Distillery. Per un soggiorno da Paperon de Paperoni il Merchant Hotel è un cinque stelle ricavato nell'ex quartiere generale della ULSTER Bank (2 notti con colazione per due persone da circa 209 euro a testa, www.themerchanthotel.com) ma si può optare anche per simpatici bed&breakfast da circa 29 euro a testa (www.bandbireland.com). Da Belfast è facilissimo raggiungere il ponte di corda di Carrick-a-rede, a 30 m di altezza sulle scogliere, e la Giant's Causeway, una cascata di migliaia di colonne basaltiche esagonali scolpite da madre natura 60 milioni di anni fa. Altra tappa di fine ottobre da non perdere è Derry/Londonderry, nominata UK City of Culture 2013. Dal 28 al 31 è di scena il The Banks of the Foyle Hallowe'en Carnival: eventi, feste, balli e parate in maschera, che mantengono legami con l'antica cultura celtica, colorati fuochi d'artificio e tour in compagnia di fantasmi (www.derrycity.gov.uk/halloween). Un'occasione unica per visitare questa città fortificata elettrizzata da spiriti e streghe in un'atmosfera carica di suggestioni irlandesi. Per ripercorrerne la storia si può visitare il Tower Museum e il Museum of Free Derry che racconta la campagna per i diritti civili iniziata negli anni '60. Un'idea a tutto shopping è il Craft Village, a due passi dal centro, con negozi e coffee bar (www.derryvisitor.com). Il City Hotel Derry, a 5 minuti dalle storiche mura cittadine, propone Hallowe'en in Derry: due notti con colazione irlandese, una cena, due biglietti per il ballo mascherato nel Corinthian Ballroom domenica 31, da circa 157 euro a persona (www.cityhotelderry.com). Oppure si può consultare il sito della Northern Ireland Hotels Federation: www.nihf.co.uk. Per raggiungere l'isola, a ottobre Aer Lingus collega il lunedì e il giovedì Roma con Belfast e viceversa (www.aerlingus.com). Ulteriori informazioni: Ufficio per il turismo dell'isola d'Irlanda, tel. 02.48206060, www.irlanda-travel.com.