Clerici: solo sogni proibiti sul «Treno dei desideri»

Anche un novantenne sul bob nello show che debutta sabato in prima serata

Lucio Giordano

da Roma

Dice Antonella Clerici: «Non saprei cosa chiedere di più alla vita. I miei sogni li ho realizzati tutti. Se a 15 anni mi avessero domandato “che aspirazioni hai?”, avrei risposto: diventare conduttrice tv. Fatto. Al massimo ora potrei desiderare una sit-com al fianco di Pippo Baudo».
Beata lei. Perché a giudicare dalle tante richieste indirizzate al Treno dei desideri, il programma che la Clerici presenterà da sabato alle 21 su Raiuno per 10 puntate, sono tanti gli italiani che sognano l’inverosimile. Come il novantenne che vuole provare il brivido del bob su una pista regolamentare. Accontentato. O come l’ottantatreenne che desiderava da sempre volare col deltaplano. Accontentato pure lui. Sogni col sorriso in bocca per un programma figlio in parte di Carramba, che sorpresa!, della Carrà: «Tra i 50 prescelti, cinque a puntata - precisa la Clerici - abbiamo evitato di scavare nel dolore, anche se gli ascolti sarebbero stati forse più alti. Una signora, ad esempio, ci ha scritto raccontandoci la sua storia. Abbiamo deciso di fare una colletta in redazione e risolvere diversamente il caso». Singolare la scenografia de Il treno dei desideri. In studio un treno vero dal quale scenderanno gli aspiranti sognatori: «Il treno che unisce le province italiane. Il treno come ricordo della mia infanzia. Papà mi faceva salire in carrozza e aggiungeva: “Antonella, guarda il panorama così finalmente stai un pochino zitta”. Ero una gran chiacchierona, da bambina». Istinto affatto trascurato negli anni. Motivo per il quale il direttore di Raiuno Fabrizio Del Noce ha appoggiato la candidatura della Clerici: «Antonella è un punto di forza della rete - dice -; non la scopriamo certo adesso».
E chissà se in futuro Raiuno punterà anche su Ascanio Pacelli. L’ex «zerbino» del Grande fratello sarà infatti l’inviato del Treno dei desideri: «Sono orgoglioso di questa opportunità», dice Ascanio, nuovo look con capelli rasati a zero: «Io sono l’esempio che nella vita i sogni si possono realizzare. Due anni fa insegnavo golf. Adesso lavoro in tv». E da allora è cambiato molto, e in meglio, il finto macho su cui Katia si «puliva» le scarpe nella casa del Grande Fratello: «È vero, sono maturato - ammette -; grazie al matrimonio con Katia e grazie agli insegnamenti di Maurizio Costanzo. Con lui ho imparato a rapportarmi con le persone, senza preconcetti di classe sociale. E adesso, per chiudere il cerchio, sogno due figlie da mia moglie». La Clerici, più modestamente, si accontenterebbe di raggiungere il 25 per cento di share con Il treno dei desideri.