Codacons: "Televoto pilotato, sospendere il risultato del festival"

La denuncia sulla base di inchieste del passato, che documentavano come agenzie specializzate vendessero pacchetti di consensi. "Bisogna cambiare il metodo"

Il Codacons chiede che vengano sospesi i risultati finali del festival di Sanremo, che ieri ha premiato Valerio Scanu, e, assieme all'Associazione utenti radiotelevisivi, questa mattina ha chiesto alla Guardia di Finanza di Sanremo e all' autorità delle Tlc di «sequestrare tutti i televoti che hanno determinato i primi tre classificati al Festival e verificare le utenze di provenienza per escludere che si tratti di utenze collegate ad agenzie specializzate che è noto che svolgono questo mercato». IN una nota l'associazione dei consumatori chiede anche che la Guardia di Finanza verifichi anche se «le società private che gestiscono il televoto abbiano interessi o rapporti economici con alcuni dei partecipanti alla gara».
Secondo il Codacons, «se il popolo è un produttore che investe soldi nella vendita di un disco e di una canzone, allora vince chi ha più denaro da investire e non il più bravo, e in passato alcuni soggetti hanno confessato apertamente di avere acquistato pacchi di televoti da agenzie specializzate che usano una quantità di utenze telefoniche a loro collegate per far convergere migliaia di televoti 'popolarì su questo o quello».
Credo davvero che il televoto abbia fatto il suo tempo - afferma in una nota il presidente del Codacons, Carlo Rienzi - e si debba tornare ai vecchi sistemi delle giurie tecniche o al giudizio del pubblico in sala o attraverso sondaggi pubblici sui siti di musica. Credo che la Rai farebbe bene a sospendere la proclamazione dei vincitori fino al termine degli accertamenti« , conclude Rienzi.