Col «Giornale» i menu delle feste

Brando Franchi

Dopo il Natale con i Grandi Chef in vendita con il Giornale martedì scorso, uscita numero 44 della collana dedicata alla Grande Cucina Italiana, tra due giorni sarà la volta del ricettario numero 45 che ha un titolo che lo avvicina a quello che lo ha preceduto: I Menu delle Feste. Non una festa in particolare, ma le principali feste che scandiscono l’anno: Natale, Capodanno, Pasqua e San Valentino, il sacro e anche il profano, i piatti migliori per momenti ben distinti tra loro scelti dalla redazione dell’editore Food di Parma. Il primo capitolo è dedicato alle tecniche di base, poi una sezione per ricorrenza. Quella del Natale, la più vicina a noi, si apre con la Tartara di manzo in capperata con porri stufati, verdure che tornano nella Lingua con salsa di porri e capperi. Intrigante e al passo con i tempi, il Baccalà in dolceforte al cioccolato. La sera del 31 dicembre si cambia: prima proposta l’Aspic di gallina e verdure, quindi Bavaresi di trota, Passatelli in crema di funghi e Timballo di riso nero con gamberoni al curry. E il cotechino? C’è, purtroppo precotto, presentato su una invitante crema di lenticchie. Pasqua nel segno di Sgonfiotti alla crescenza e mortadella, Carcio di ripieni di patate, salsiccia e pecorino, Piccione in casseruola su cavolo nero stufato. Infine la romanticità di San Valentino: Spiedino di capesante su cime di rape, Zuppa di ceci con pappardelle fresche, Gallinella (attenti, il pesce) al forno con patate, limone e zenzero, un tocco sorridente di frizzicorino che non guasta mai.