Il premio Compasso d'Oro al SaloneSatellite

Il riconoscimento alla carriera assegnato dall'Adi alla manifestazione ideata da Cosmit con la "regia" di Marva Griffin Wilshire. Dal 1998 offre una vetrina unica per oltre 9mila giovani creativi e 253 scuole internazionali, in contatto diretto con gli espositori del Salone del Mobile

“Un’iniziativa promossa dal Cosmit che, sotto la direzione appassionata di Marva Griffin, ha fatto emergere negli anni molti giovani talenti del design nazionale e internazionale”. Con questa motivazione lo scorso 28 maggio l’ADI (Associazione per il Disegno Industriale) con il contributo di FederlegnoArredo, Regione Lombardia e Comune di Milano ha conferito al SaloneSatellite il XXIII Premio Compasso d’Oro, lo storico riconoscimento nato nel 1954 da un’idea di Gio Ponti per evidenziare il valore e la qualità dei prodotti del design italiano. Riconoscimento prestigioso prorio per il ruolo che negli anni Cosmit ha voluto dare al SaloneSatellite incoraggiando la ricerca e la creatività del design "giovane" fucina di idee e sperimentazioni che edizione dopo edizione ha assunto un ruolo sempre più importante all'interno del Salone Internazionale del Mobile contribuendo a rende sempre più la manifestazione e Milano capitale del design contemporaneo e lanciando nuovi talenti.

Il SaloneSatellite, che festeggerà 18 anni il prossimo aprile, nasce quando Cosmit chiede a Marva Griffin Wilshire di creare un evento per aiutare i più promettenti giovani designer nella loro carriera mettendoli in contatto diretto con gli espositori del Salone del Mobile, e subito diventa un osservatorio ineguagliabile della creatività giovanile internazionale. E da allora, dal 1998, più di 9000 ragazzi e 253 scuole internazionali di design si sono incontrati ogni aprile su questo palcoscenico dove hanno debuttato, fra i molti, gli italiani Davide Groppi e Studio Adriano e il norvegese Daniel Rybakken, anch’essi Compasso d’Oro 2014.

Il SaloneSatellite si conferma così come la principale è più prestigiosa vetrina internazionale della creatività giovanile, incubatore di talenti, e punto di riferimento dei giovani creativi che intendono entrare nel mondo del design. D’eccellenza anche il Comitato di selezione, che ha visto tutti i grandi protagonisti internazionali del mondo del progetto. Dal 2005 l'evento si svolge anche nell'ambito dei Saloni WorldWide a Mosca.

Per essere sempre di sostegno ai giovani dal 2010 indice il concorso SaloneSatellite Award in cui ai partecipanti viene richiesto di presentare in aggiunta ai loro prototipi uno o più progetti attinenti alle varie merceologie delle manifestazioni del Salone del Mobile. I progetti che sono stati messi sul mercato dalle migliori aziende italiane e straniere, sono stati festeggiati con la mostra Avverati in occasione della decima edizione della manifestazione. Con l’Adi, fra l’altro, nell’ambito della sua filosofia di sostegno dei giovani che si affacciano al mondo del design, il SaloneSatellite propone da varie edizioni un accordo speciale per offrire un supporto a chi intende proteggere i propri lavori attraverso l’iscrizione al Registro Progetti.