In contemporanea col film di SpielbergUbisoft rilascia il videogame di Tintin

Ubisoft Italia è la distributrice per il nostro Paese del quest game “Le avventure di Tintin: Il Segreto dell’Unicorno”, che dal 20 ottobre è disponibile presso tutti i rivenditori

Ubisoft Italia è la distributrice per il nostro Paese del quest game “Le avventure di Tintin: Il Segreto dell’Unicorno”, che dal 20 ottobre è disponibile presso tutti i rivenditori. Si tratta di un gioco pensato e creato in concomitanza con la realizzazione del film diretto da Steven Spielberg e coprodotto da Spielberg, Steve Jackson e Kathleen Kennedy, sviluppato dagli studi Ubisoft di Montpellier. Il film sarà nelle sale dal 28 ottobre.

Tintin è un celebre fumetto creato, alla fine degli anni ’20 del ventesimo secolo, dal disegnatore belga Georges Prosper Rémi, che venne conosciuto con lo pseudonimo Hergè. Furono così pubblicati una nutrita serie di album a fumetti, tradotti in ottanta lingue e con più di 250 milioni di copie vendute in tutto il mondo. Il progetto di trasporre le avventure del giovane reporter in film è stato intrapreso da Spielberg e Jackson pochi anni orsono, e la realizzazione di un videogioco dal film è stato il passo successivo. Il lavoro è durato due anni, nei quali lo studio Ubisoft di Montpellier ha sviluppato il materiale a stretto contatto con i realizzatori del film, seguendone la preparazione presso gli studi in Nuova Zelanda e a Los Angeles.

Il gioco è un classico quest game strettamente legato alla trama cinematografica. L’utente può scegliere tre diverse modalità di gioco: nella prima, quella da giocatore singolo, si seguono gli eventi del film. In questo caso gli sceneggiatori si sono ispirati a tre degli album originali di Hergè: “Il granchio d’oro”, “Il tesoro di Rackham il Rosso” e “Il segreto del Liocorno”. Nello svolgersi dell’azione il protagonista si troverà, di volta in volta, a dover risolvere enigmi ed indovinelli, esplorare ambienti esotici e pericolosi, senza disdegnare duelli all’arma bianca, folli inseguimenti in sidecar e combattimenti aerei. Una piacevole miscela di differenti azioni, che rendono gradevole e vario il gioco.

Una seconda opzione è la modalità cooperativa: in questo caso tutto si svolge nel mondo onirico di Capitan Haddock. I giocatori potranno scegliere di impersonare Tintin, il Capitano Haddock, il cane Milù, Dupond e Dupont, Sir Francis Haddock oppure Bianca Castafiore; in ogni caso tutta la squadra di personaggi si troverà coinvolta nell’azione, partecipando insieme alla risoluzione degli scenari proposti. Tutto varia velocemente, come in un sogno; solo mettendo ordine nei pensieri del metamorfico Capitano Haddock sarà possibile superare gli ostacoli e terminare il gioco.

Ultima opzione la modalità sfida; è la possibilità maggiormente dinamica e spettacolare, nella quale il protagonista sarà chiamato a duellare, correre e combattere con un ritmo mozzafiato.

Coloro che già conoscevano i fumetti di Hergè potranno dirsi soddisfatti; la qualità del disegno è stata curata per risultare il più possibile fedele all’originale, mentre l’animazione è di livello superiore grazie alla lavorazione in 3D del film. Le ambientazioni, ugualmente mutuate dalla versione cinematografica ed anzi arricchite di particolari e quadri, lasciano senza fiato. Come ricorda il Direttore Creativo del progetto Ubisoft, Jacques Exertier, è stato molto coinvolgente lavorare con un eroe dei fumetti legato all’infanzia di milioni di persone. Il gioco è stato da subito pensato come adatto a tutti, con una godibilità ideale per i bambini, ed utile a risvegliare il bambino insito in tutti noi. Il sogno e lo scopo degli sviluppatori è stato quello di poter realizzare un momento di intrattenimento per tutta la famiglia.

Il gioco in sé è adatto ad un pubblico giovane; le caratteristiche dei personaggi sono perfettamente marcate, gli incontri e l’azione si dipanano velocemente e sono supportati da una grafica eccezionalmente curata. Più di venti ore di gioco che, grazie alla tecnica 3D stereoscopica, coinvolgono e non stancano. Una colonna sonora ugualmente mutuata dal film aiuta a godere dell’esperienza in modo positivo. Chi proverà il gioco sarà spinto alla visione del film; allo stesso modo chi vorrà apprezzare la pellicola non si lascerà sfuggire l’opportunità di cimentarsi in un videogioco piacevole, ben confezionato e realizzato.