Contro il caro-carburanti il kit «scatola magica» E la macchina funziona a Gpl

Con il prezzo dei carburanti tradizionali ormai fuori controllo e il diesel sempre meno conveniente rispetto alla benzina, torna a crescere, seppure in un mercato in forte flessione, la domanda di auto alimentate a metano e a Gpl. Per quest’ultimo, il carburante in assoluto più economico alla pompa, sarà presto disponibile un impianto rivoluzionario, facile da installare (e quindi meno costoso), rispettoso delle specifiche originarie del costruttore e di grande affidabilità. È il «Kit Brum Gas» che verrà prodotto in partnership da Brum Srl (giovane realtà del settore, fondata un anno fa da Ubaldo Livolsi, Marco Ciaccini e Pietro Polidori, ma già proprietaria di 20 brevetti nel settore automotive) e da Brovedani Group Spa, una prestigiosa firma italiana nella produzione di componentistica meccanica ad alta specializzazione. L’innovativo kit è destinato a rivoluzionare il settore della trasformazione da benzina a benzina/Gpl, un’operazione fino a oggi complessa, che richiede la sostituzione di diverse parti originali dell’auto e un tempo di circa 8/10 ore per il suo completamento.
«Innanzitutto, con il nostro Kit - spiega Marco Ciaccini, mente tecnica della società - non è necessario sostituire componenti, e non c’è bisogno di installare un secondo canale di immissione del carburante, come avviene con gli impianti tradizionali. Sfruttando il maggior calore sviluppato dal Gpl, siamo infatti in grado di farlo arrivare al motore attraverso i condotti di immissione della benzina».
La trasformazione completa avviene in circa un’ora, il tempo necessario per montare la «scatola magica» che custodisce il cuore ultrasegreto, già brevettato, dell’impianto, attraverso la quale il Gpl fluisce (altra esclusiva) allo stato liquido, una condizione che consente di conservare inalterate le prestazioni della vettura. Il sistema ha già superato i primi test svolti dal secondo partner della joint-venture che produrrà il «Kit Brum Gas», Brovedani Group, azienda di San Vito al Tagliamento che detiene un solido know-how nei sistemi di alimentazione diesel e benzina che ha deciso di estendere le sue competenze. «Per quanto ci riguarda - commenta Sergio Barel, amministratore delegato di Brovedani Group - siamo già alla fase di industrializzazione del dispositivo che attende soltanto la definitiva omologazione del ministero. Entro pochi mesi saremo pronti a distribuire il nuovo prodotto che puntiamo a diffondere non soltanto in Italia, ma anche su altri mercati, come la Turchia, dove il Gpl è in forte espansione». È un altro capitalo di storia della creatività italiana.