Conversioni forzate per gli infedeli Le adultere vengono lapidate

Diritti Civili. Dal 1995 sono formalmente rispettati, anche se dopo l’introduzione della sharia ha di fatto introdotto dei nuovi codici penali che violano molti strumenti internazionali sui diritti umani ratificati dalla Nigeria, in particolare la Convenzione contro la tortura e altri trattamenti crudeli, disumani o degradanti, e il Patto internazionale sui diritti civili e politici.
Religione. L’islam è la religione ufficiale di alcuni Stati del Nord del Paese che godono di autonomia legislativa. Frequenti le conversioni forzate, riportati casi di crocifissioni.
Donne. In Nigeria, con l’introduzione del diritto islamico negli Stati del nord, è stata introdotta la pena della lapidazione, oltre che altre pene crudeli e disumane come il taglio degli arti e la fustigazione. Safya Husseini, nello Stato di Sokoto, è stata la prima ad essere condannata alla lapidazione per adulterio. Dopo la mobilitazione internazionale, la condanna è stata ritirata. Le condanne alla lapidazione per adulterio però continuano. La lapidazione, lungi dall’essere un’usanza del passato è nel Paese una pena nuova, introdotta dai governi fondamentalisti.