Corona: "Mora? Mi fa ridere" E la Moric: "Ingannò pure lui"

All'indomani della pubblicazione dei
verbali di Lele Mora, Nina Moric a <em>Chi</em>: &quot;Se avessi Corona davanti a me gli direi: 'Fabri, sei un uomo perso, ritrova
te stesso'. Io ringrazio Dio per avermi tolto da tutto questo. Ora sono una
spettatrice. I problemi spettano a lui&quot;

Milano - "Se avessi Corona davanti a me gli direi: 'Fabri, sei un uomo perso, ritrova te stesso'. Io ringrazio Dio per avermi tolto da tutto questo. Ora sono una spettatrice. I problemi spettano a lui, alla sua compagna e alla sua coscienza". Nina Moric, rilascia una clamorosa intervista verità a Chi. Ma Corona non ci sta e ribatte: "Mi viene da ridere per le cose che leggo! Sabato dirò tutto in un programma del Tg di Enrico Mentana, l’unico giornalista che mi permette di dire la verità, che è molto diversa da quella che aveve letto in questi giorni".

Le rivelazioni della Moric All'indomani della pubblicazione dei verbali di Lele Mora, in cui il manager sostiene, dinanzi ai magistrati Eugenio Fusco e Massimiliano Carducci che lo hanno indagato per bancarotta fraudolenta ed evasione fiscale insieme con Corona e altre persone, di avere avuto una relazione con Fabrizio, Nina Moric racconta la sua verità. "Non detesto Lele Mora. Lui come me, si è sentito una 'donna' ferita. Solo che io ero la moglie ferita, lui... il terzo incomodo. Prego il buon Dio che nessun bambino dica niente a Carlos", dice Nina. E ancora. "Avrei preferito che Fabrizio fosse veramente gay. Un gay dichiarato senza problemi interiori, problemi irrisolti. Avrà sicuramente usato Lele altrimenti mica glieli dava 2 milioni di euro! Mora non è stupido, ma è stato ingannato, raggirato, anzi illuso. Proprio come me. Ora Lele sta bene. Si è tolto un peso. Ripeto non è uno stupido e adesso può camminare a testa alta". La Moric parla anche del passato. "Ho sempre avuto il sospetto, dubbi su dubbi, e se lui aveva una doppia vita, doveva dirmelo. Sono cattolica e credente. Abbiamo siglato il nostro matrimonio dinanzi a Dio. Non ci volevo e non ci voglio credere. Ho il vomito".