Così si valorizza un patrimonio: cultura, diritti e green economy

«Sviluppo sociale» è la categoria più trasversale dell premio «Edison Start». Al suo interno rientrano, infatti, diversi ambiti della società: dalle iniziative culturali che si fanno propulsori di sviluppo imprenditoriale fino alla valorizzazione del patrimonio storico-artistico. Passando per tutti quei progetti che portano con sé scopi nobili come la lotta alla povertà, l'estensione dei diritti, l'integrazione e la cooperazione.
In fondo, questa categoria rappresenta un po' la cifra della stessa Corporate social responsibility del gruppo Edison che, ad esempio, nell'ambito della concessione per il campo off shore di Abu Qir in Egitto ha sviluppato partnership per la promozione della cultura delle pari opportunità femminili in quell'area. Lo stesso vale per il protocollo «Edison Green Movie», un'iniziativa per la riduzione dell'impatto ambientale adottata appieno dal nuovo film di Paolo Virzì, Il capitale umano.
Ecco, «Sviluppo sociale» è tutto questo e anche di più: creare un progetto condiviso che valorizzi competitività e sostenibilità dell'iniziativa. Il criterio di valutazione, in questo particolare ambito, sarà costituito dalla qualità delle risposte che ogni iniziativa fornisce nel lungo periodo rispetto ai bisogni sociali considerati.