Da Coulthard al premier olandese, 375 auto nella Mille Miglia 2009

Manuela Arcuri sarà la madrina dell'edizione della storica corsa che partirà da Brescia il 14 maggio e passerà da Firenze, Ferrara, San Marino e Roma. Un francobollo celebrativo e una raccolta fondi per la costruzione di asili nell'Abruzzo colpito dal terremoto

Partirà da Brescia il 14 maggio e, dopo aver attraversato città come Ferrara, Firenze e San Marino, raggiungerà Roma il 15 maggio. Si tratta della celebre Mille Miglia edizione 2009 che avrà come madrina d'eccezione Manuela Arcuri. Sarà anche l'occasione, per Bmw, di presentare il nuovo Suv nel magico scenario di Castel Sant'Angelo. Le auto torneranno poi a Brescia il 17 maggio.
Al vincitore sarà consegnata simbolicamente la Coppa delle Mille Miglia, trofeo in argento 800 da guinness dei primati, il più alto tra tutti i trofei sportivi ancora esistenti (1,70 cm). Il 14 maggio verrà inoltre emesso il francobollo Mille Miglia, presentato a Brescia lo scorso 17 aprile dal ministro Scajola. Tra i partecipanti della gara di quest'anno (375 le auto iscritte) anche Geronimo La Russa, il sindaco di Mosca Jurij Luzhkov, Walter Burani, Arturo Bombassei, Massimo Amenduni, il principe d'Olanda Bernhard van Oranje-Nassau, il primo ministro olandese Jan Peter Balkenende, l'ex primo ministro del Belgio Guy Verhofstadt, e poi ancora Alfonso Signorini e David Coulthard, che gareggerà su una Mercedes Srl del '55. Alla Mille Miglia, ma fuori gara, anche Mika Hakkinen, tra le auto al seguito su una Mercedes Srl Stirling Moss presentata al salone di Ginevra.
Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, come riconoscimento alla rilevanza storica, sportiva, economica e culturale della Mille Miglia, ha voluto destinare una targa all'evento, quale premio di rappresentanza alla 82ª edizione. Anche il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, ha inviato personalmente al Comitato organizzatore della Mille Miglia un messaggio nel quale augura «a questa storica manifestazione tutto il successo auspicato».
«La Mille Miglia è una leggenda che diventa sempre più grande, al punto da essere oggi uno dei più prestigiosi e particolari simboli dell'eccellenza italiana», dice Alessandro Casali, presidente del comitato organizzatore. Tra le tante novità di quest'anno ci sono la Mille Miglia community, che raccoglie gli appassionati di tutto il mondo, le iniziative su Brescia, tra le quali la Notte bianca delle Mille Miglia, per rafforzare ulteriormente il legame profondo tra la gara e la città di Brescia, l'iniziativa Terra di Mille Miglia, per valorizzare tutto il territorio attraversato dalla gara.
«Ma ogni novità - spiega Sandro Binelli, il segretario generale del Comitato organizzatore - è nel solco della grande tradizione di questa gara, anzi proprio il rispetto quasi maniacale della tradizione in termini di vetture ammesse, di percorso, di criteri agonistici è una delle chiavi di lettura del successo crescente di questa manifestazione».
La manifestazione dedica ampio spazio alla solidarietà. Già lo scorso anno, per la prima volta, la Mille Miglia creò una iniziativa di sostegno alle attività della Croce rossa. Quest'anno l'iniziativa si ripete, sempre in accordo con la Croce Rossa, con la volontà di contribuire alla creazione di asili nido per l'Abruzzo colpito dal recente terremoto. Infine, grazie al servizio Street View di Google, che consente di esplorare strade e città di tutto il mondo attraverso foto panoramiche scattate al livello della strada, tra qualche tempo sarà possibile rivivere ancora le emozioni dell'edizione di quest'anno, poichè le immagini della gara saranno rese disponibili su Google Maps.