Cresce all’Ifa di Berlino l’informatica da taschino

Alla fiera dell’elettronica consumer più importante d’Europa se ne vedono di tutti i colori: fotocamere che telefonano, navigatori e tanto mp3<br />

Berlino – Lettori mp3 e multimediali, navigatori e cellulari hanno uno spazio sempre più grande all’Ifa di Berlino. In evidenza Samsung, che ha lanciato i primi lettori audio-video portatili a essere esplicitamente votati allo sharing di musica. Sono gli Yp-P2 e Yp-S5 (già disponibili; prezzi da 179 euro in su, a seconda della memoria). Tramite Bluetooth permettono di condividere la musica, archiviata in memoria, con un massimo di altri tre terminali in contemporanea (lettori o cellulari).

Si incoraggia un fenomeno, adesso agli albori ma che non mancherà di preoccupare le major discografiche: lo sbarco del file sharing su strumenti diversi dai pc, tramite connessioni wireless a corto raggio.
La rete ce l’ha anche l’Archos 605, che fa parte dei lettori di quinta generazione: ha il supporto WiFi. Costa a partire da 299 euro. È un lettore che tramite il WiFi si connette alla Tv e al computer, per spandere per la casa audio e video (trasferendoli da un terminale all’altro) o per usare in mobilità i file scaricati.

Quello dei lettori WiFi è un mercato su cui sono balzati anche Microsoft (con lo Zune), Apple (con l’Ipod Touch e l’Apple Tv) e Nokia (con l’N800, che però è più focalizzato sulla navigazione Internet). Anche Sony si sta orientando su queste funzionalità, attraverso la Playstation portatile. All’Ifa è stato presentato anche un concorrente dell’Archos: Venzero Link (a 199 euro).

Tra i lettori mp3 all’Ifa si distingue invece l’ultima versione dello Zen di Creative: ha le dimensioni di una carta di credito e contiene fino a 16 GB di memoria. Prezzi da 159 a 299 euro. Creative ha presentato anche una gamma di accessori audio, che suona come un’ammissione della superiorità di Apple nel mercato. Sono infatti i primi prodotti Creative a essere compatibili anche con l’Ipod (per esempio Xmod Wireless, una scatola nera che diffonde la musica per casa, senza fili, e ne ripulisce il suono).
C’è anche un prodotto Logitech, Squeezebox: una radio che si collega alle Web radio su Internet, a fronte di un canone mensile.

Trovare la strada
Tra i navigatori, la novità più notevole sono le mappe tridimensionali di TeleAtlas, integrate nel Mio C620. Rappresentano in 3D anche alcuni famosi edifici e siti europei. Lo scopo non è solo quello di coccolare l’occhio ma anche quello di permettere (in teoria) di correlare meglio e con più velocità quanto si vede nella realtà e quanto appare sul navigatore. Così da non sbagliare svolta (nonostante le istruzioni del navigatore, infatti, capita ancora di fare confusione su quale sia la strada da prendere).
È segno della continua battaglia tecnologica in corso tra i navigatori: Teleatlas è stata appena acquisita da Tom Tom, che però sta perdendo il proprio ruolo di leader. Secondo Canalys è stata superata d’un soffio, a metà 2007, da Garmin.
La battaglia è infuocata, quindi c’è da aspettarsi altre novità tecnologiche a breve - è da vedere però quali siano di marketing e quali siano davvero utili.

Telefoni e telefonini
Sono quattro le novità dal mondo dei cellulari. Usciranno in autunno. Due sono di Lg: il Ks20 e il Viewty KU990. Ce n’è poi uno di Htc (il TyTn II) e uno di Samsung (Sgh-F330). I primi tre si candidano come concorrenti dell’Iphone: perché hanno il WiFi, il touch screen e sono ottimizzati per navigare su Internet.
Il più originale è forse il Viewty: visto da dietro (o davanti?) è una fotocamera a tutti gli effetti, sia nell’aspetto sia nelle funzioni (messa a fuoco manuale, stabilizzatore d’immagine). È a 5 Megapixel e registra video fino a 120 frame al secondo (un record, per i cellulari). L’altra faccia del Viewty è un cellulare, il cui touch screen può essere usato anche per scrivere note a mano libera. Ha link diretti ad applicazioni Internet come Google e YouTube. In più, è Hsdpa, come del resto il cellulare Samsung e l’Htc, a conferma che le nuove reti 3,5 G stanno prendendo piede. Il Ks20 costerà circa 400; il Viewty sarà un’esclusiva di 3 Italia, a 599 euro.

L’Htc TyTn si scontra con il Nokia N95 perché è allo stesso modo un (costoso) cumulo di funzioni (Gps, WiFi, Hsdpa…). Costa 970 euro.
All’Ifa ha trovato spazio anche un cordless Skype e WiFi, di Netgear: l’Sph200W, di cui non sono stati ancora annunciati i prezzi e la disponibilità. Interessante che Netgear si sia sforzata di aumentarne l’autonomia (uno dei principali difetti dei cordless WiFi): ora è di quattro ore di conversazione e 48 ore di stand by.
Per il resto, rimangono gli stessi difetti dei cordless WiFi (anche di altre marche): è possibile chiamare con Skype ma non fare la chat; non è supportata l’autenticazione Radius (ma solo quella via crittografia). Il che ci impedisce di usare il cordless negli hot spot pubblici con account.