La crisi travolge Zapatero I Popolari sempre più su: Socialisti dietro di 6 punti

Il partito socialista, sempre più contestato per la sua
gestione della crisi, è in ulteriore calo nelle intenzioni di
voto. Avanza il Partido Popular di Mariano
Rajoy. Gli spagnoli chiedono il rimpasto

Madrid - La crisi travolge il premier spagnolo Josè Luis Zapatero. Il partito socialista, sempre più contestato per la sua gestione della crisi, è in ulteriore calo nelle intenzioni di voto, staccato di quasi sei punti dal Partido Popular di Mariano Rajoy, secondo due sondaggi resi pubblici oggi a Madrid.

I sondaggi spagnoli Il sondaggio Sigma Dos realizzato per El Mundo assegna al Psoe del primo ministro il 37,7%, contro il 43,5% al Pp. Alle politiche del marzo 2008 il Psoe aveva vinto con il 42,6% contro il 37,7% ai popolari. Il sondaggio Metroscopia per El Pais conferma la tendenza, assegnando il 43,4% delle intenzioni di voto al Pp e il 37,5% al Psoe. Secondo la rilevazione di Sigma Dos il 51,% degli spagnoli (e un elettore socialista su cinque) chiede elezioni, il 43,3% è contro, e il 65,8% è favorevole ad un rimpasto di governo. Il sondaggio Metroscopia rileva inoltre che l’84% degli spagnoli è contrario all’inalzamento dell’età del pensionamento da 65 a 67 anni proposto da Zapatero. Il 94% ritiene che dovrebbe essere volontario.