Addio a Luciano De Crescenzo

Luciano De Crescenzo, saggista, attore e conduttore televisivo, ha trasmesso e divulgato il suo amore per la mitologia e la filosofia greca

Saggista, attore e conduttore televisivo. Luciano De Crescenzo era tutto questo ma soprattutto un grande amante e divulgatore della mitologia e della filosofia greca. È morto a Roma, dov’era ricoverato da alcuni giorni, all'età di 91 anni.

L'infanzia, gli studi di matematica e il lavoro all'Ibm

De Crescenzo nasce a Napoli nel 1928, nel quartiere San Ferdinando dove frequenta le elementari insieme a Carlo Pedersoli, in arte Bud Spencer. Le nozze dei suoi genitori arrivano piuttosto tardi dal momento che a “combinarle” è una famosa sensale dell'epoca, Amalia 'a Purpessa. Da giovane lavora nell’azienda di guanti del padre dove impara a intagliare le pelli e, durante la Seconda Guerra Mondiale, si trasferisce a Cassino con la famiglia. Si laurea col massimo dei voti in ingegneria elettronica all’'Università degli Studi di Napoli Federico II. “Avrei voluto iscrivermi a Filosofia ma, mentre andavo all'università, incontrai una ragazza. Subito attaccai bottone e scoprii che anche lei stava andando lì, ma per una lezione di Matematica”, rivelerà. Entra all’Ibm e, pochi anni dopo, viene nominato vicedirettore ma, proprio quando stava per essere promosso di nuovo, lascia il lavoro per dedicarsi alla scrittura. Nel 1976, infatti, dopo aver trascorso quasi 20 anni in quella azienda, capisce che la sua vocazione è quella di “scrittore divulgatore”.

Il successo di Luciano De Crescenzo come scrittore

A determinare il suo improvviso successo è l’incontro con Maurizio Costanzo nel corso di una cena a casa di Renzo Arbore: “Durante la serata gli raccontai che avevo da poco pubblicato un libro e lui mi invitò a parlarne durante la sua trasmissione dell'epoca, Bontà loro”. In quell’occasione Costanzo mostra la copertina di Così parlò Bellavista che, fino a quel momento aveva venduto solo 5mila copie ma, a seguito di quella partecipazione televisiva, il suo libro, tra il ’76 e il ’77, vende più di 600.000 copie e viene tradotto persino in giapponese. È da quel momento che la carriera di De Crescenzo prende una svolta e lui arriva a vendere circa 18 milioni di copie nel mondo dei suoi libri (più di una ventina in totale) che vengono tradotti in 19 lingue e diffusi in 25 paesi. Tra i romanzi più importanti troviamo: Oi dialogoi (1985), Sembra ieri (1997), La distrazione (2000) e Il tempo e la felicità, con cui nel 1998 vince il Premio Cimitile. Ma sono i saggi di filosofia a dargli la fama di divulgatore culturale: Storia della filosofia greca - I Presocratici (1983), Storia della filosofia greca - Da Socrate in poi (1986), Storia della filosofia medievale (2002), Storia della filosofia moderna - da Niccolò Cusano a Galileo Galilei (2003), Storia della filosofia moderna - da Cartesio a Kant (2004), Il pressappoco (2007), Il caffè sospeso (2008), Socrate e compagnia bella (2009). E, poi, vi sono i libri storici dal titolo irriverente: Ulisse era un fico (2010), Tutti santi me compreso (2011), Fosse 'a Madonna (2012), Garibaldi era comunista e Gesù è nato a Napoli (2013). De Crescenzo, nel corso degli anni ‘80 e ’90, ha condotto sulla Rai Zeus - Le Gesta degli Dei e degli Eroi, una trasmissione sui miti e sulle leggende degli antichi greci, ritrasmessa anche da Mediaset.

Il De Crescenzo attore

De Crescenzo esordisce al cinema come attore nel film Il pap'occhio (1980), diretto dall’amico Renzo Arbore con protagonista Roberto Benigni. Nel 1982 recita in Quasi quasi mi sposo, mentre due anni dopo è il regista di Così parlò Bellavista, il film tratto dal suo best seller che ottiene un grande successo al botteghino e gli vale la vittoria del David di Donatello come miglior regista esordiente. Nel 1985 gira il seguito Il mistero di Bellavista e tre anni dopo il film a episodi 32 dicembre, tratto dal libro Oi dialogoi. Protagonista di queste pellicole, oltre alla filosofia, è la sua Napoli, di cui tesserà più volte la lodi e, con una punta di amarezza, dirà:“è come una donna capricciosa di cui sono perdutamente innamorato: per quanto mi faccia arrabbiare, non riesco a non perdonarla”. Nel 1990 recita accanto a Sophia Loren in Sabato, domenica e lunedì, diretto da Lina Wertmüller mentre nel 1995 è lui a tornare dietro la macchina da presa per dirigere e interpretare il film Croce e delizia, sempre prendendo spunto da un suo omonimo libro. Fa le sue ultime apparizioni come attore nel film per la tv Francesca e Nunziata, diretto dalla Wertmüller (2001) e in Stasera lo faccio, dove recita accanto a Raoul Bova.

Gli ultimi anni di vita

Nel 1995 Forza Italia gli propone di candidarsi ma lui rifiuta e, a chi gli chiede di schierarsi politicamente, risponde con ironia:“A quanti vogliono sapere se io sono di centro destra o di centro sinistra, io rispondo che sono del centro storico” anche se negli ultimi anni della sua vita ha invitato a votare per Emma Bonino. Nel 2000 De Crescenzo rivela di soffrire di prosopagnosia, una patologia che gli impedisce di riconoscere i volti delle persone in quanto il suo cervello non è più in grado di percepire tutti insieme i lineamenti dei volti. ''Ormai riconosco gran parte delle persone da me frequentate da sempre grazie soprattutto alla loro voce o ad alcuni segni particolari. La regista Lina Wertmuller, ad esempio, la riconosco perché ha sempre gli occhialini bianchi. Anche il giornalista Giuliano Ferrara lo riconosco subito dalle dimensioni. Ma quando non sono esagerati nelle misure sono incapace di identificare i volti dei miei interlocutori e commetto errori imperdonabili', spiegherà De Crecenzo.

Commenti
Ritratto di sepen

sepen

Gio, 18/07/2019 - 16:32

Un grande. Ironico, pacato, persuasivo. Una di quelle figure che in Italia, ovviamente, non hanno mai sfondato, perché se non sei comunista o tamarro non sei nessuno.

roberto zanella

Gio, 18/07/2019 - 16:37

QUESTA ERA UNA PERSONA SQUISITA, MERIDIONALE MA DIVERSA, DA QUEL SIGNORE CHE E' MACATO DUE GG FA , IL CAMILLERI

lorenzovan

Gio, 18/07/2019 - 16:38

sembra che il 2019 sia l'"annus horribilis " per gli anziani rappresentanti della cultura che giganteggio' in quel crogiolo di vita,..liberta' e speranze che fu il dopo guerra...purtroppo dopo do loro bedo ppoca rfobba ..e quella poca ..mezza avariata e di scarso valore..e sopratutto..spinta ion alto non dai loro valori ..ma dalgli appoggi partitari..e questo vale per tutti i partiti

Tobi

Gio, 18/07/2019 - 16:39

Mi era simpatico. Mi spiace. Condoglianze alla famiglia. Riposi in pace.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 18/07/2019 - 16:43

R.I.P. Questa volta posso dire di essere in lutto. Per Camilleri non lo ero.

bernardo47

Gio, 18/07/2019 - 16:44

mi dispiace molto. Ironico e bravo davvero.

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Gio, 18/07/2019 - 16:48

Di Lui, contrariamente che di altri, mi spiace veramente tanto!

Ritratto di giovinap

giovinap

Gio, 18/07/2019 - 16:48

sapen, luciano de crescenzo ha pubblicato 50 libri, vendendo 18.000.000 di copie e tradotti in 19 lingue e diffusi in 25 paesi, c'è anche la traduzione giapponese! è vero non era comunista, ma ciò non gli ha precluso il successo che meritava.

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Gio, 18/07/2019 - 16:51

Stanno scappando via da questa Italia.

REX2

Gio, 18/07/2019 - 17:00

Un Napoletano con la enne maiuscola, di cui poter essere fieri. Riposi in pace Maestro.

Ritratto di Dario Maggiulli

Dario Maggiulli

Gio, 18/07/2019 - 17:04

AMORE AMORE AMORE, SINCERO, OH IMMENSO NOSTRO LUCIANO, CI HAI LASCIATO UN VUOTO VERAMENTE INCOLMABILE. IL NOSTRO CORDOGLIO E' UNICO. 17,03 - 18.7.2019

VittorioMar

Gio, 18/07/2019 - 17:05

..questi sono i VERI NAPOLETANI COLTI IRONICI..SAGACI..che si elevano dalla "SPAZZATURA"IMPERANTE" A NAPOLI !!ci hai fatto APPREZZARE LA FILOSOFIA DIVERTENDO "FILOSOFICAMENTE"...GRAZIE LUCIANO... andrai a discutere con qualcuno come STUDENTE DIVULGATORE...!!!

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Gio, 18/07/2019 - 17:06

E' un uomo che rende orgoglioso di essere napoletano, un uomo di altri tempi che ha reso la filosofia comprensibile a tutti. Ciao Luciano e continua a regalarci il tuo modo di essere ovunque tu sia.

Ritratto di cangrande17

cangrande17

Gio, 18/07/2019 - 17:08

giovinap: che fai, leggi La Repubblica e poi vieni a commentare qui?

Ritratto di saggezza

saggezza

Gio, 18/07/2019 - 17:09

Ho sempre avuto per LUI una immensa stima. Ha reso la filosofia comprensibile a tutti i livelli. Ci mancherà moltissimo. La lettura dei suoi libri mi davano pace e serenità. Sicuramente è nella luce.

Ritratto di akamai66

akamai66

Gio, 18/07/2019 - 17:13

“A quanti vogliono sapere se io sono di centro destra o di centro sinistra, io rispondo che sono del centro storico” . Finirai anche Tu nell'oblio, perchè non hai fatto parte del club del pensiero unico, come Vianello, Walter Chiari, Tognazzi, De Sica, Albertazzi, Vittorio Gassman, Virna Lisi e molti altri.

TECNOCRASH

Gio, 18/07/2019 - 17:16

Un grande... stavo per aggiungere napoletano. Ma mi è sembrato di mettere un limite. Riposi in pace.

Ritratto di Candidoecurioso

Candidoecurioso

Gio, 18/07/2019 - 17:16

R.I.P. Lui e Pino Daniele sono stati l'immagine positiva di Napoli negli ultimi 40 anni... @Omar : come essere umano, come mussulmano e (forse) come italiano, VERGOGNATI ! Grufoli sempre male, ma comunque grazie, per aver usato anche questa occasione per mostrarci la vera faccia dell'islam

Ritratto di Artù007

Artù007

Gio, 18/07/2019 - 17:20

Un grande signore e scrittore. Di sicuro la sua morte non sarà esaltata come quella di Camilleri!

unghiecondenti

Gio, 18/07/2019 - 17:23

Sempre garbato , educato , parlava sempre sottovoce e mai prevaricando .Un signore di un tempo come pochi ne sono rimasti .

lonesomewolf

Gio, 18/07/2019 - 17:29

GRANDE LUCIANO! RIPOSA IN PACE. SEI STATO UNO SCRITTORE SQUISITO, UN OTTIMO CONDUTTORE E ANCHE UNA PERSONA PERBENE.

Ritratto di franco.brezzi

franco.brezzi

Gio, 18/07/2019 - 17:31

Concordo pienamente con chi reputa Luciano de Crescenzo un vero signore ed un valido narratore. Lui si meritevole di elogi e di rimpianti. Contrariamente a....certi altri!

ginobernard

Gio, 18/07/2019 - 17:36

"anche se negli ultimi anni della sua vita ha invitato a votare per Emma Bonino" mi piacerebbe sapere perchè. Una volta di solito ci si pentiva dei propri peccati in punto di morte ... adesso si vota per il grande capitale internazionale ? sarà mica che poi te li ritrovi a comandare anche di là ?

Ritratto di Camaleonte48

Camaleonte48

Gio, 18/07/2019 - 17:52

Prufesso' permettete un pensiero poetico? A libertà a libertà pure o pappagall a vu pruvà e chest è.

lorenzovan

Gio, 18/07/2019 - 17:57

come sempre ..i bananas non si smentiscono mai...ma come si fa a valutare un uomo di cultura e la sua produzione artistica..dal partito che vota ?? Siete incorreggibili..fanatici e ottusi..Per me antifascista senza se e senza ma..GGentile fu un grand filosofo e un grande uomo di cultura..emalgrado appoggiasse il mascellone e la sua banda

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Gio, 18/07/2019 - 18:02

Molto migliore dell'altro.R.I.P.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 18/07/2019 - 18:12

Di lui si' che ci dispiace, grande scrittore e filosofo, di Camilleri, un vecchio livoroso morto con la bava alla bocca contro Salvini, non tanto.

seccatissimo

Gio, 18/07/2019 - 18:42

Un napoletano che mi piaceva e stimavo molto, senza se e senza ma ! R.I.P.

Ritratto di DemetraAtenaAngerona

DemetraAtenaAngerona

Gio, 18/07/2019 - 18:47

UN GRANDE ABBRACCIO A UNA GRANDE UMANISSIMA PERSONA CON GRANDI QUALITA' SENSIBILITA CULTURA E SENTIMENTI..

Royfree

Gio, 18/07/2019 - 18:59

Mi dispiace molto. Persona molto intelligente, ironico e mai volgare. Una brava persona.

maurizio-macold

Gio, 18/07/2019 - 19:02

Dopo Camilleri se ne va De Crescenzo, due grandi personaggi dei nostri tempi.

baronemanfredri...

Gio, 18/07/2019 - 19:17

SINCERAMENTE MI DISPIACE AL CONTRARIO DI QUELLO DI IERI CHE ME NE FREGO.

Ritratto di wilegio

wilegio

Gio, 18/07/2019 - 19:20

Per il vecchio comunista siciliano non mi dispiace niente. Per De Crescenzo invece mi dispiace tantissimo! Se ne va una generazione che ci ha fatto divertire tanto, una generazione di artisti veramente innovatori che hanno rivoluzionato il varietà, da "Alto Gradimento" a "Quelli della Notte". Ciao, vecchio filosofo.

baronemanfredri...

Gio, 18/07/2019 - 19:21

MUKJTAR COME SEMPRE DIMOSTRI DI ESSERE UN PERFETTO CxxxxxxE. LUI E' MORTO, NON PARLO DI QUELLO DI IERI CHE RIPETO ME NE SBATTO, TU SEI SCAPPATO COME UNA CAROGNA DALL'ITALIA IN VITA. DICO COME UNA CAROGNA IN QUANTO NO HAI IL CORAGGIO DI VIVERE NELLA TUA EX PATRIA. NON HAI SAPUTO AFFRONTARE LA VITA IN ITALIA, CHE TUTTI NOI VIVIAMO OGNI GIORNO, ANCHE PER DIFENDERE I NOSTRI USI E COSTUMI, OLTRE I NOSTRI CONFINI DA CLANDESTINI. AD UNO AD UNO SE NE VANNO DALL'ITALIA, LUI PER RAGIONE DI VITA, TU PER RAGIONE DI ASSOLUTA INCONCLUDENZA PERSONALE. QUESTO E' QUANTO DETTO PER LA TUA IDIOTA FRASE. ORA SPIEGACI IL SENSO DELLA FRASE, SEMPRE SE HAI L'INTELLIGENZA DI POTER SPIEGARE CON ARGOMENTI INTELLIGENTI E SENSATI.

Popi46

Gio, 18/07/2019 - 19:22

Per lui mi dispiace, a differenza di altri più o meno recenti.... e mi concedo un tantino di cinismo perché toccherà anche a me

Ritratto di bracco

bracco

Gio, 18/07/2019 - 19:23

SPERIAMO CHE LA RAI DIA LO STESSO SPAZIO CHE STA DANDO A CAMILLERI......HO NON HA LO STESSO LIVELLO DI COMUNISTA ?

baronemanfredri...

Gio, 18/07/2019 - 19:25

IN ITALIA LA BRAVURA SI VEDE SOLTANTO SE DEMOLISCE L'IDEOLOGIA COMUNISTA. AGGIUNGO INOLTRE, NON AVENDO FATTO POLITICA COMUNISTA, IL SUO VALORE COME DIMOSTRA LA SUA CAPACITA', E' ANCOR PIU' GRANDE. NON ESSENDO COME QUELLO, HA DIMOSTRATO DI ESSERE PIU' BRAVO DI QUELLO. NON HA AVUTO MAI IL BISOGNO DEL SOCCORSO ROSSO PER DICHIARARE DI ESSERE BRAVO ED ELOGIATO. UN GENIO.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/07/2019 - 19:28

@Omar El Mukhtar - che commento stupido. Non poteva uscire altro da quella fogna.

Ritratto di cape code

cape code

Gio, 18/07/2019 - 19:53

Somar, scappano perche' ci sono troppi adepti del pedofilo in Italia e troppa Chiesa schierata con loro.

vottorio

Gio, 18/07/2019 - 20:03

un affettuoso saluto a un uomo vero della cultura italiana, sobrio che ci lascia un bel ricordo di simpatia.

DIAPASON

Gio, 18/07/2019 - 21:09

valeva almeno 25/30 camilleri

HappyFuture

Gio, 18/07/2019 - 21:09

Un pezzo di Napoli bene e bella che se ne và. Speriamo che posso dire e che sia ben accetto un "Eterno Riposo" per la sua anima! Qui, per fare carriera le persone intelligenti debbono dichiararsi stupidamente atei... o al massimo dell'accettazione... "dubbiosi" per farsi seppellire nel cimitero a-Cattolico! Povera Italia mia.

Ritratto di niki 75

niki 75

Gio, 18/07/2019 - 22:55

Di certo meriterebbe gli stessi onori tributati a Camilleri, ma non è e non sarà così; non per diversità di valori, ma per motivi di risonanza politica.

frabelli1

Ven, 19/07/2019 - 01:30

Spiace per quest’uomo che ha sempre sorriso è rivolto pensieri leggeri e divertenti. Non ha mai voluto insegnare o insultare alcuno, ma ha sempre portato rispetto spetto a tutti e con la sua grande cultura alleggerire le tensioni. Un grazie per i momenti di sorriso che ci hai dedicato. Riposa in pace.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Ven, 19/07/2019 - 07:16

Grazie a lui mi sono avvicinato alla filosofia. Un grande uomo, un grande maestro. Una grande , incolmabile perdita.

valerie1972

Ven, 19/07/2019 - 09:37

Omar, Lei invece ci resta eccome! Nemmeno i morti lascia in pace per esternare le Sue bischerrime frasette alla 'rispondetemi che ci sono anch'io'. Che poi non sa neanche chi era, si è buttato sul primo articolo a caso; se l'avesse conosciuto o l'avesse mai sentito parlare avrebbe concluso molto facilmente che non c'entrava proprio niente con la sequenza di banalità in cui crede di ingabbiarlo.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Ven, 19/07/2019 - 10:25

una persona piacevole da ascoltare e da guardare.... buon viaggio ! Seccante dover aggiungere questo... OMAR LA ZEKKA , almeno nella MORTE dovresti avere della DIGNITA' UMANA se tu sapessi cosa sia . Arriverà anche per te il biglietto ...la differenza sarà che dire OLE'

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/07/2019 - 10:27

cangrande17 sei il solito pagliaccio balbettante, io non pratico quelle fogne come fai tu!

evuggio

Ven, 19/07/2019 - 10:30

LUI SI professionista di alto profilo e uomo di immane statura! però tutte le bocche sputa lodi preconfezionate dei giorni scorsi, questa volta non si sono sentite

Ritratto di ilgrandeblek

ilgrandeblek

Ven, 19/07/2019 - 10:33

Pochi giorni fa alla scomparsa dello scrittore siciliano giornali, telegiornali e radio (specie quelle di fede sinistroide) hanno lanciato la notizia come se fosse successo la 3^ Guerra Mondiale mentre per questo autentico Genio della letteratura, dell'Ingegneria e della saggistica silenzio o lanci di 2^ edizione. Forse perchè l'IMMENSO Luciano DE CRESCENZO non faceva parte di quella schiera RADICA CHIC tanto caro ai sinistrioti. Ing. DE CRESCENZO faccia dotte discussioni con Socrate, Aristotele, Anassagora, Anassimandro..etc..etc..etcc.. altro che MONTABBANO SOGNU