Ancona, Salvini: "Tre uscite d'emergenza garantivano sicurezza per 469 persone"

Salvini visitando la discoteca Lanterna Azzurra ha provato a fare il punto su quanto accaduto a Corinaldo

Matteo Salvini è arrivato a Corinaldo. Il ministro degli Interni visitando la discoteca Lanterna Azzurra ha provato a fare il punto su quanto accaduto finora e provando a dare anche delle risposte a quei genitori che si chiedono come la morte possa arrivare durante un concerto in un locale pieno di ragazzi: "Ci sono indagini in corso, non sta a me trarre conclusioni ma è evidente che qualcosa non ha funzionato. La sala principale dell’evento ha una capienza di 469 posti, sono stati venduti 1300 biglietti".

Il titolare del Viminale ha poi mandato un messaggio proprio a chi ha perso un figlio in questa tragedia: "Non si può morire a 14 anni in questa maniera . ha affermato il ministro - non servono nuove leggi, serve la coscienza di rispettare quelle esistenti. Se non di mera fatalità si trattasse, e c’è questa ipotesi, chi ha sbagliato e ha sei ragazzi sulla coscienza che lunedì non entrano in classe dovrà pagarne tutte le conseguenze". Infine il ministro ha anche parlato delle uscite di sicurezza all'interno del locale: "Tre uscite di sicurezza censite erano funzionanti, non è vero che c'erano porte bloccate. Tre uscite di sicurezza che nella sala principale, l'unica in cui si svolgeva l'evento, permettono un'emergenza per 469 persone".

Commenti

mariod6

Sab, 08/12/2018 - 17:49

Ma le uscite di sicurezza non garantivano l'uscita di 1300 persone. Però le tasche del padrone del locale e degli organizzatori dell'evento avevano abbastanza capienza per intascare i biglietti....!!!!

HARIES

Sab, 08/12/2018 - 20:07

E' evidente che se i numeri sono quelli, allora i gestori del locale saranno puniti in modo esemplare.