Assange? Ladro e spia, non eroe

Julian Assange è il cofondatore di Wikileaks, il sito specializzato nel diffondere in chiaro documenti riservati - di Stati, enti, banche e personaggi famosi - o sensibili che si procura attraverso operazioni di furto elettronico (hackeraggio) o soffiate di dipendenti infedeli.

Ricercato da diverse polizie e tribunali, prima di tutto quelli americani, Assange viveva da sette anni barricato nell'ambasciata londinese dell'Ecuador, Paese che gli aveva concesso nel 2012 asilo politico. Se come pare sarà estradato in America, rischia di passare il resto della vita in carcere, perché da quelle parti attentare alla sicurezza dello Stato è cosa assai seria (in alcuni casi prevede addirittura la pena di morte).

I Cinque Stelle, che di spioni se ne intendono, sono insorti e si è mosso persino il governo. Carlo Sibilia, sottosegretario all'Interno, ma più famoso per aver sostenuto che l'uomo non è mai stato sulla Luna, ha proposto che l'Italia gli conceda asilo e il suo collega agli Esteri, Manlio Di Stefano, ha definito l'arresto un «inaccettabile attacco alla libertà».

Noi la pensiamo diversamente, e non solo perché gli spioni non ci sono mai piaciuti. Pensiamo che nel rubare, nel tradire e nello spiare non ci sia nulla di eroico né di romantico. Ma, soprattutto, pur essendo giornalisti e quindi favorevoli alla diffusione delle notizie interessanti, crediamo che uno Stato abbia tutto il diritto di proteggere la sicurezza sua e dei sui cittadini, secretando atti la cui diffusione potrebbe rivelarsi pericolosa. Non per nulla anche le più moderne ed efficaci democrazie si riservano di consegnare i loro archivi non alla cronaca, ma alla storia, rendendoli consultabili solo dopo un certo lasso di tempo.

Il diritto alla sicurezza è superiore a quello all'essere informati. Questo vale per uno Stato, ma anche per ognuno di noi. Che, infatti, siamo protetti da leggi che tutelano la nostra vita privata su temi sensibili come, per esempio, la salute e gli orientamenti sessuali. Ognuno di noi ha i suoi «segreti di Stato», che tali devono rimanere, e persino i cattolici si confessano a Dio tramite un intermediario, il prete, tenuto al segreto anche se a conoscenza di fatti «contro legge».

Chiedere di desecretare documenti è un diritto (noi lo abbiamo appena fatto per quelli sugli anni del terrorismo rosso), rubare no. Se non per i grillini, che allora potrebbero dare il buon esempio fornendoci spontaneamente lumi sui loro rapporti opachi con i servizi segreti interni ed esteri.

Commenti

cir

Ven, 12/04/2019 - 14:57

e' un grande . merita un monumento.

Viralata22001

Ven, 12/04/2019 - 18:05

Una volta tanto sono pienamente d'accordo con Sallusti. Assange ha fatto danni enormi alle società democratiche e alla civile convivenza. Bisognava arrestarlo dieci anni fa.

EchiroloR.

Ven, 12/04/2019 - 18:24

Il direttore del miglior giornale digitale in Italia ha ragione, ma ... Assange non è il problema ... il problema è l'organizzazione che il fondo, un'organizzazione che lavora e continuerà a fare denunce scomode sui crimini e sugli abusi dei poteri dei potenti dell'Occidente. (Mi piacciono le donne, ed è questo che i nemici non possono cambiare).

Divoll

Ven, 12/04/2019 - 19:05

Ha sfidato poteri enormi, mettendo a nudo delle verita' che si volevano tenere ben nascoste. Ne' ne' ladro, ne' spia, ma Uomo. Tanto di cappello.

lorenzovan

Ven, 12/04/2019 - 19:06

bravo sallusti...ti hanno offerto qualche buen retiro in quel di Washington ???

Ritratto di RomenoXPunizioneGiustizia

RomenoXPunizion...

Ven, 12/04/2019 - 19:12

spia di Vlad.

diwa130

Ven, 12/04/2019 - 19:31

Queste parole dette da lei, dopo quello che ha subito (difeso da tutti), non le fanno certo onore. Indipendentemente dalle simpatie personali su Assange , pensi un attimo se le sue azioni fossero state dirette contro la Cina o la Russia. Gli avrebbero dato il Nobel ! Invece siccome ha esposto crimini contro l'umanità' perpetrati dagli USA, lo arrestano. Questa e' la pura e semplice verità', non e' possibile che lei non la capisca !

Ritratto di nestore55

nestore55

Ven, 12/04/2019 - 20:16

Non capisco se certi "eletti dal popolo sovrano" sono dei dementi o, semplicemente, imbecilli capitati nella stanza dei bottoni, scambiandola per la stanza dei cotechini...Il commento del solito cir la dice lunga su certe menti che ancora circolano in Italia, libere di fare danni e creare disagio anche ai propri familiari...E.A.

necken

Ven, 12/04/2019 - 20:57

Assange=il Prometo degli anni 2000 i potenti devono vivere come in una casa di vetro perche i cittadini devono sapere come sono governati

Ritratto di asimon

asimon

Ven, 12/04/2019 - 21:18

diwa130: hai anticipato quello che volevo scrivere ma aggiungerei che oltre a raccontare le schifezze perpetrate dagli USA ha pubblicato anche tutte le oscenità della Clinton

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 12/04/2019 - 21:34

@cir - voi i monumenti li fate a tutti i delinquenti. Bravi.

antonellielio

Ven, 12/04/2019 - 21:34

non mi sembra Giuda Iscariota .In che modo ha messo in pericolo nostro Signore Gesù Cristo ?

mich123

Ven, 12/04/2019 - 22:01

I Servizi Segreti sono utili solo se rimangono segreti.

Una-mattina-mi-...

Ven, 12/04/2019 - 22:13

CHISSA' QUANDO LE "DEMOCRAZIE" DESECRETERANNO TANTI DOCUMENTI RELATIVI AL TERZO REICH... COME STORICO ASPETTO, ANCHE SE MI ERO ILLUSO... PRIMA 40, POI 50, POI 70 ANNI, POI IL RINNOVO... ADESSO NON SI SA PIU'... MISTERO "DEMOCRATICO"!

Una-mattina-mi-...

Ven, 12/04/2019 - 22:14

L'IMPORTANTE E' SE LE COSE SONO O MENO VERE, ALTRO CHE BALLE!

Mogambo

Ven, 12/04/2019 - 22:31

Spia?Ma le ha viste le immagini di quei militari USA che dall'elicottero mitragliavano a morte decine di civili innocenti?Secondo lei non dovevano essere mostrate?Denunciare crimini è fare la spia?Ma sia serio una volta tanto...

Ritratto di MyriamZ.

MyriamZ.

Ven, 12/04/2019 - 23:12

Uccisione per errore di 18 persone, torture, innumerevoli vittime civili... Quale sicurezza? Il vero volto della guerra. Io sto con Assange.

Luigi Farinelli

Sab, 13/04/2019 - 00:12

Hillary Clinton, accusata da Assange nel marzo 2017 di spingere per un impeacement contro Trump per sostituirlo con Mike Pence, ritenuto "prevedibile, quindi neutralizzabile" ora avrà tirato un sospiro di sollievo. Pence, in rappresentanza dei falchi repubblicani e dei Dem avrebbe dovuto continuare le sciagurate politiche interventiste e guerrafondaie, ambigue con l'Isis e apertamente antirusse seguite da Obama e Clinton, politiche dalle quali Trump ha sempre detto di volersi sganciare. Pence ha messo a capo della NI uno dei maggiori antirussi (Dan Coats) e ambasciatrice all'ONU N. Haley (che ha spinto per confermare le sanzioni) e M.Pompeo, legato ai Sauditi, a capo della CIA. I "progressisti" nostrani (ma anche i non progressisti amici dei neocon come Bush Jr, ostile a Trump) cantano vittoria contro uno che era riuscito a sputtanare Clinton e Obama da loro considerati "campioni della libertà"!

seccatissimo

Sab, 13/04/2019 - 02:53

x diwa130 Ven, 12/04/2019 19:31 - Ritengo che tu abbia ragione !

Ritratto di a-tifoso

a-tifoso

Sab, 13/04/2019 - 03:48

Caro Sallusti, questa volta non ci siamo. Se lo Stato mi spia invade la mia privacy, addirittura hanno guardato mentre in casa si avevano rapporti intimi. Le pare giusto che lo Stato faccia cose del genere. Se lo stato delinque, come facciamo ad andre contri delinquenti? Noi abbiamo un garante della privacy, ma se la privacy la viola lo stato che lo teniamo a fare? Almeno ci risparmiamo lo stipendio di tale impiegato dello Stato, che e' ben remunerato. Le pare?

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Sab, 13/04/2019 - 05:19

Caro Direttore, sarà l'età, ma ormai quando sento o leggo la parola "diritti" o "diritto" il pelo mi si alza e mostro le gengive come il Pitbull del vicino. Non fa eccezione quando ne parla Lei, rivendicando il diritto di uno Stato alla sua sicurezza. Le faccio una domanda volutamente retorica: la cosa vale anche per il caso del suo collega Jamal Khashoggi ? Assassinato e fatto a pezzi da uno stato , molto sovrano, in nome, immagino, della sua sicurezza ? Invocando, il bene superiore dello Stato, non c'è alcun limite a quello che uno Stato può fare, e non è sempre una buona cosa. Non sò se Assange sia uno spione come lo definisce Lei, sò però una cosa, è qualcuno che ha due Zebedei ed un coraggio che per metterne insieme altrettanto ci vorrebbe buona parte della sua categoria.

Ritratto di magicmirror

magicmirror

Sab, 13/04/2019 - 05:26

il direttore ha superato se stesso. si tratta di "stati" non di bottegai. la sicurezza dei cittadini non può che essere granatita dalla trasparenza dell'operato delle istituzioni.

FrancoM

Sab, 13/04/2019 - 08:40

caro Salusti, lei pensa che nel rubare, nel tradire e nello spiare ci sia dell'eroico e del romantico se chi viene spiato è un dittatore cattivo? Ma cosa definisce il dittatore, l'avere armi di distruzione di massa o il sedersi si un lago di petrolio. Non mi sembra che il suo ragionamento sia molto corretto. Poi, lo scrivere "Carlo Sibilia, sottosegretario all'Interno, ma più famoso per aver sostenuto che l'uomo non è mai stato sulla Luna", fatto evidentemente per denigrare con questioni fuori dal contesto una persona, è una forma di pessimo giornalismo.

gabriella.trasmondi

Sab, 13/04/2019 - 09:23

mi delude Sallusti. Assange è un eroe !.

Ritratto di filospinato

filospinato

Sab, 13/04/2019 - 09:38

Il baciapiedi sta diventando una moda?

CALISESI MAURO

Sab, 13/04/2019 - 09:49

Infatti se dovessimo aspettare ( il pur lodevole Giornale ) saremmo freschi per non parlare di tutti i media allineati a raccontare panzane.. cui una buona parte della gente non crede piu'. La battaglia finale fra' la distruzione dell'uomo e i poteri che ne vogliono la sua distruzione e' in atto a prescindere dalle gesta di Assange!!

Luigi Farinelli

Sab, 13/04/2019 - 10:56

@ CALISESI MAURO: una sintesi perfetta di dove il mondo sia condotto dai pifferai magici i quali, ovviamente, non tollerano sassolini nelle scarpe come Assange per procedere più spediti.

HARIES

Sab, 13/04/2019 - 12:00

Egregio Direttore Sallusti, Assange ha fatto solo il suo dovere. Secondo la sua coscienza, ha creato un sistema eccezionale di comunicazione tra le genti per svelare al mondo le faccende sporche che esistono in quasi tutti gli ambienti. Certamente esiste sempre il sacro santo principio che chi non ha peccato scagli la prima pietra, ma esistono peccati gravi e meno gravi. Allora se Wikileaks svela i peccati mortali, ben vengano le soffiate. Forza Julian Assange!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 13/04/2019 - 12:10

Caro Direttore , osso chiamarla così? Non ti è lecito prendere in moglie una donna sposata. Premesso questo direi che lo spirito della Legge deve essere ben vincolato al segreto sulla vita sia delle persone sia dello Stato. Shalòm.

fabrizio de Paoli

Sab, 13/04/2019 - 12:23

Se io non giuro fedeltà e sottomissione ad uno stato non tradisco un bel niente. Quanto a "ladro" di informazioni ci vuole un bel coraggio: gli stati sono i PRIMI LADRI, sia delle tue informazioni personali, della tua ricchezza che della tua libertà. È sempre più attuale il detto che recita " chi cede libertà in cambio di sicurezza non merita né l'una né l'altra". C'è un sito "Defend Wikileaks" dove si può sostenere la libertà di parola. Io ho messo solo 25 € perché lo stato mi sta portando via quasi tutto. Per fortuna non tutti abbassano la testa al potere, direi anzi che sempre più persone la stanno alzando. Sallusti, provi a riflettere su questa opzione.

Ritratto di Walhall

Walhall

Sab, 13/04/2019 - 13:06

Gentilissimo Direttore Salustri, in confessionale non si paga nessuno, vivere in uno Stato sì, le tasse. I segreti di Stato hanno certamente valore per la collettività e la sua sicurezza, ma dato che paghiamo a suon di duro lavoro le imposte per questi segreti, è giusto che la gente sappia ad esempio perché enti extra-politici influenzino pesantemente le decisioni di un parlamento sovrano; è giusto sapere perché ai congressi del Bilderberg non si può accedere; è giusto sapere perché se non pensi come il mainstream ordina sei messo alla gogna; è giusto sapere perché gente come Soros hanno autorità quanto o più di un capo di Stato...è giusto sapere perché non c'è un ritorno oggettivo sulla pressione fiscale che ci affligge. Assange sarà pure ladro, ma tra i ladri e criminali, è solo un piccolo quanto innocuo ladruncolo. Cordialità.

MARCO 34

Sab, 13/04/2019 - 14:08

Leggendo tutti i commenti pubblicati mi torna in mente una barzelletta di molti anni fa: Il governo avrebbe fatto ripristinare i gabinetti pubblici nella varie città ma con pareti di vetro, in modo che il governo potesse vedere i bisogni del popolo ed il popolo gli sforzi del governo. Personalmente sono d'accordo col Direttore Sallusti

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 13/04/2019 - 16:45

Se non fosse esistita e non esistesse gente come Assange noi saremmo ancora ben felici di credere alla teoria degli "opposti estremismi", al "guasto tecnico " per Mattei e l'aereo di Ustica, al "malore" per Adriano Olivetti, e ce la prenderemmo contro quel cattivone di Assad che, nonostante tutto ha vinto i "poveri" "Siriani" "rivoluzionari"... E, per inciso, buona parte delle notizie riportate ne "Gli occhi della Guerra" sarebbero ritenute capziose e fuorvianti...

fabrizio de Paoli

Sab, 13/04/2019 - 17:10

@ Wallhall, oltretutto sembra che i soldi pagati per mantenere i vari segreti di stato siano soldi buttati, visto che non rimangono segreti... Propongo di smettere di pagare lo stato!

Nicola9140

Sab, 13/04/2019 - 17:42

Ho tentato di commentare, ma non è stato possibile. Ripeto e mi scuso. Credo che innanzitutto la lealtà debba andare all'umanità. È ciò hanno ben fatto Assange, Snowden e altri eroi della nostra epoca. Meritano tutta la nostra stima ed eterna gratitudine. Se qualcuno ha sottratto illegalmente informazioni a qualche governo è avvenuto perché quest'ultimo continuamente ruba dati e informazioni a tutta l'umanità per scopi criminali. Lo sta facendo anche ora, mentre scrivo. Mani pulite docet. Ci rifletta, direttore, e rimedi a quanto scritto, che confligge con le battaglie per la libertà. Non vi è onore nell'uccidere un uomo morto. È da infami pugnalare un benefattore.

Luigi Farinelli

Sab, 13/04/2019 - 19:01

@ Menono Incariola 16:45: Ottimo: dritto a segno!