Brutte coincidenze. Ma forza Italia (quella del calcio)

L'Italia fuori dal Mondiale sarebbe una tragedia nazionale, sportiva ed economica. Ma non lo spartiacque tra vita e morte

L'Italia fuori dal Mondiale di calcio sarebbe una tragedia nazionale, sportiva ed economica. Stasera a San Siro con la Svezia si gioca la partita del dentro o fuori, e considerato come è finita all'andata, partiamo più fuori che dentro. Non sono un esperto di calcio, mi limito a tifare e a constatare che la squadra di mister Ventura è riuscita a smentire, con la sua fiacchezza, anche la massima di Churchill: «Gli italiani giocano a pallone come se andassero in guerra e vanno in guerra come se giocassero a pallone». Perché di guerrieri, in campo, di recente ne abbiamo visiti ben pochi, di generali tantomeno. Non so se sia di brutto presagio, ma proprio in queste ore ricorrono i cento anni dalla battaglia di Caporetto, la disfatta italiana per antonomasia. Speriamo che stasera San Siro sia come il Piave, cioè il luogo dove «non passa lo straniero».

È dal 1958 che non manchiamo ai Mondiali che quell'anno - altra infausta coincidenza - si disputavano in Svezia. Quell'Italia aveva ancora le pezze al sedere, ma stava per entrare in quella favolosa stagione cosiddetta del «miracolo economico» che ci proiettò inaspettatamente nel club dei grandi paesi del mondo. Il '58 fu giusto l'anno del passaggio, e quei calciatori sconfitti nelle qualificazione dall'Irlanda del Nord erano gli ultimi giovani figli della guerra, della fame e della povertà. Ci stava, fu un passaggio di consegne non solo calcistico ma pure sociale.

Oggi non è così. L'Italia che stasera sarà a San Siro, in campo, sugli spalti e davanti alla tv, ha la pancia piena e (quella in campo sicuramente) il portafoglio gonfio. Per questo c'è attesa ma non angoscia. Diceva il saggio Sacchi: «Il calcio è la cosa più importante tra le cose non importanti». O detto alla Trapattoni: «Il pallone è una bella cosa ma non va dimenticato che è pieno d'aria». Quindi tifiamo, speriamo e pure preghiamo perché l'orgoglio è tanta e bella roba. Ma per carità, comunque vada diamo un senso alle cose. A differenza di quella del '58 questa Italia ha ben altri appigli a cui aggrapparsi. Stasera è una partita di calcio, non lo spartiacque tra vita e morte. E comunque, per rimanere in tema di ricorrenze, sappiamo che dopo Cadorna arriva Diaz e la storia svolta e riparte.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 13/11/2017 - 21:12

Ch'aggio a di'? Cercheremo di sopravvivere. Sarà dura. Ma cercheremo...

giovanni951

Lun, 13/11/2017 - 21:36

ma penso a quanta gente non si ammala il giorno in cui gioca la nazionale.

pietro_da_biella

Lun, 13/11/2017 - 22:38

Conseguenza della "buona" gestione degli ultimi anni. Influenza negativa anche sul calcio. Hanno (soggetto sotttinteso) trasformato il paese in un paese di checche senza patria, pphaa.

maria angela gobbi

Lun, 13/11/2017 - 22:43

Con QUESTA Nazionale meglio non andare al Mondiale:faremmo altre figure mondiali I singoli giocatori sono bravi,alcuni bravissimi,ma la "SQUADRA" NON c'è,non ha un suo gioco,mi spiace che sia stato scelto come Selezionatore Ventura,persona immagino degnissima,ma non adatto al ruolo.assolutamente

Ritratto di eaglerider

eaglerider

Lun, 13/11/2017 - 22:46

L'Italia del calcio rappresenta perfettamente l'Italia nazione. Questo siamo noi agli occhi del mondo: inconcludenti pusillanimi.

edo1969

Lun, 13/11/2017 - 22:48

ecco la gufata di sally, e siamo fuori... ed è meglio così

VittorioMar

Lun, 13/11/2017 - 23:00

..LE NOSTRE SQUADRE PIU' IMPORTANTI SONO PIENI DI STRANIERI (COME IL PAESE ITALIA!) E TRASCURANO I VIVAI!..E'PIU' COMODO E IMMEDIATO ,NON SI DEVE ASPETTARE MA,QUESTI SONO I RISULTATI.. NEGATIVI !!.Come Volevasi Dimostrare !!

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 13/11/2017 - 23:07

Questa è una lezione, per tutte le squadre italiane!!! Con tutti i talenti che abbiamo nel paese, """Si spendono milioni per comperare giocatori stranieri, che vanno a descapito della nostra gioventù"""!!! Cominciate a istruire i mostri ragazzi ed a farli giocare, senza lascarli ammuffire nelle panchine. Posso capire che un nome come Maradonna attiri molto pubblico, """ma tutti hanno cominciato dalla gavetta ed una volta arrivati alla celebrità, IL MERITO È DELLA NAZIONE CHE LI HA CREATI E DELLA POPOLAZIONE CHE HA CREDUTO IN LORO"""!!!

Anita-

Mar, 14/11/2017 - 07:28

L'Italia non poteva vincere. Non vincono i lamentosi, i pavidi, i tremolanti, i frignoni, quelli che danno sempre la colpa a qualcun'altro, quelli che esigono, pretendono, reclamano ma nulla meritano. Cosa fa più male, non vedere partite di calcio con la squadra italiana o farsi ridere dietro? Certo la prima è una novità, ma della seconda dovreste avere l'abitudine!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 14/11/2017 - 07:40

Mettere a capo della nazionale un allenatore con ZERO esperienza internazionale è cosa che solo un ixxxxxxxe può fare. Dimissioni di Tavecchio e Ventura e ridate indietro anche i soldi che vi siete presi, non li meritate.

polistrum

Mar, 14/11/2017 - 08:58

Il calcio di oggi in italia, rispecchia l'italia politica, economica e sociale ecco perché siamo un disastro , in una nazione seria lo sport è serio in italia lo sport è così , per il resto avete detto tutto e bene nei vostri commenti .

Ritratto di Borg52

Borg52

Mar, 14/11/2017 - 09:41

@VittorioMar: Lei ha centrato perfettamente il vero problema !!! Adesso tutti addosso al selezionatore ... aveva ben poco da selezionare. Purtroppo adesso il Calcio è solo uno Spettacolo per far soldi...mi serve una buona mezzala, è semplice la compero, se poi la squadra (italiana)è di proprietà cinese ... sai quanto c...o gli frega della Nazionale Italiana.

rrobytopyy

Mar, 14/11/2017 - 09:58

anche questa volta ci incazziamo di più per non andare ai mondiali che per: i compensi di Ventura ( ma quanto avrà lavorato in questi due anni ?) per non parlare di quelli dei giocatori ( almeno loro faticano(!) quasi tutto l' anno!!!)

luigi1947

Mar, 14/11/2017 - 10:05

La nazionale del calcio rispecchia il paese! l' Italia è un paese in declino.... anzi allo sfascio ! questa sconfitta è salutare. il calcio come il Paese deve ripartire da zero con sacrificio e umiltà per ritrovare quel senso di appartenenza che gli ultimi governi ci hanno tolto. il calcio non è importante, ma permettere agli Italiani di ritrovare il senso della Patria lo è !

Ritratto di Abelard

Abelard

Mar, 14/11/2017 - 10:29

Egregio Direttore... ma siamo proprio sicuri che parlare ancora di "calcio", in questa Italia che fa acqua da tutte le parti, sia proprio necessario? Il "sentimento nazionale da tifoso calcistico" è una volgare e triste barzelletta che si dovrebbe, una volta per tutte, smettere di raccontare. Anzi, dovrebbe essere dimenticata e mai più esumata. L'Italia non ha bisogno di "pillole della buona notte", semmai ha bisogno che vengano sottolineate e ribadite le storture, le porcate, lo schifo che si cerca di nascondere con la "anestesia" calcistica. Basta "calcio"... basta con la "droga di comodo"... Occorre che la genti italiche iniziano ad incavolarsi per cose reali e tangibili, e non a spendere le loro energie per dei bambinoni viziati e strafottenti.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 14/11/2017 - 11:00

----non tutti i mali vengono per nuocere---considerate tutti gli eurini che si risparmieranno non partendo per la onerosa trasferta a mosca ---alberghi --aerei --ritiro della nazionale con palestre -piscine -idromassaggi -ristoranti e varie--la federazione risparmierà un fracco di soldi---e pure io---che guarderò i mondiali dal vivo nella mia seconda patria --non avrò dubbi amletici sulla squadra da tifare----forza russia!!!!--dasvidania tovarish

corivorivo

Mar, 14/11/2017 - 11:52

FINALMENTE !!! non se ne può più di questi ritardati milionari...e dei loro ritardati "tifosi" ci sono 2.000 sport più belli e milioni di sportivi straordinari. aria pura e tanti campi da zappare!

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mar, 14/11/2017 - 12:03

La si vuol capire che all'origine di tutti i nostri mali c'è la mancanza assoluta di meritocrazia. In Italia stiamo assistendo impotenti all'apoteosi degli idioti. Emeriti idioti che assurgono diffusamente a posizioni di rilievo. Abbiamo gli idioti in sala operatoria, in politica, in magistratura: pensa te se non possiamo averli nel calcio.

Ritratto di nicolettapera

nicolettapera

Mar, 14/11/2017 - 13:50

ecchissenefrega del calcio....

rrobytopyy

Mar, 14/11/2017 - 14:50

questo tanto per cominciare, se i regolamenti e le regole del balocchino calcio non saranno modificate, molto presto stadi vuoti e soprattutto più abbonamenti a premium e sky ( che in fondo è quello che interessa ai superpoteri del pallone e dei media)

gpl_srl@yahoo.it

Mar, 14/11/2017 - 15:37

effettivamente a milano, lo straniero, non è passato ma neanche l' italia è passata! speriamo che in questi giorni la Fifa decida un futuro migliore e gliuomini non mancano!

PEPPINO255

Mar, 14/11/2017 - 17:30

Cambiamo lo slogan in "FORSE ITALIA...."

luigi1947

Mar, 14/11/2017 - 17:58

Per Elkid ; con tutto il rispetto visto che vai in Russia... restaci! noi non sentiremo la mancanza dei tuoi commenti, e tu potrai risparmiarti il prossimo governo di centro destra dopo le elezioni!

faman

Mar, 14/11/2017 - 18:19

@elkid, a me il calcio non interessa, però se la vuoi mettere sul piano economica, metti sul piatto della bilancia i milioni di Euro persi ( ad esempio i diritti televisivi ), per questa mancata partecipazione che compenserebbero abbondantemente e con gli interessi i soldi della trasferta.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 14/11/2017 - 18:33

luigi--invece ritorno---voglio vedere i destricoli all'opera---respingimenti a gogò---demolizioni pianificate di moschee e guglie varie---ruspe che ruspano campi di rom e sinti e camminanti --voglio vedere se si traducono in realtà tutte le balle che state seminando da secoli----

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 14/11/2017 - 19:26

----faman---è la fifa che perderà circa 100 milioncini di diritti televisivi---nel 2014 mondiale brasile la fifa aveva incassato dalle tv italiote fra rai sky ecc 180 milioni di euri---è ovvio che ora le tv italiche tireranno sul prezzo---si prevede un'ottantina di milioni---quindi come vedi---di un risparmio trattasi e non il contrario

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 14/11/2017 - 23:56

@Elkid - come al solito, da ingenuo, fai i conti senza l'oste. Per te ci perdono gli alrti. Pensi che tutti siano fessi come te?

faman

Mer, 15/11/2017 - 00:24

@elkid, ti rispondo dicendoti di leggere questo articolo proprio sul Giornale di oggi: "La sconfitta degli azzurri costa all'Italia 10 miliardi", poi magari mi rispondi.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mer, 15/11/2017 - 10:00

Visto come funziona il Parlamento italiano tanto vale usarlo come stadio visto e considerato che la Nazionale di Calcio non gareggerà all'estero per un po' e sarà un utile esercizio per i cittadini italiani vedere e capire come si deve giocare per accaparrarsi una poltrona.

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 15/11/2017 - 11:00

---faman---ho risposto su quell'articolo con dovizia di particolari dimostrando che trattavasi di fake--ma come il solito non mi hanno pubblicato---devi sapere infatti che oltre il 50 per cento dei miei commenti si disperde nell'aere---quando al giornale non conviene non mi pubblica----augh

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Mer, 15/11/2017 - 12:45

Caro prezzemolo ELKID, cosa ci siamo persi quando non ti hanno benevolmente pubblicato. Avremmo continuato a ridere risollevando il morale a tutti i commentatori.Ti aspettiamo con ansia. Grazie mille

connesso

Mer, 15/11/2017 - 13:10

elkid, lo sport rispecchia l'organizzazione di un paese ed in alcuni casi ne manifesta la potenza. Evidentemente era quello su cui puntavano nazioni di certo e sicuro schieramento politico come Cina Russia e Germania dell'Est negli anni in cui per vincere veniva usato il doping come pane

Ritratto di elkid

elkid

Mer, 15/11/2017 - 13:13

--aldo sei sicuro di essere libero ???--o non schiavo piuttosto della tua ottusa e crassa ignoranza?---ai posteri--prego non c'è di che