Bruxelles, blitz antiterrorismo con esplosioni: arrestato un uomo

Le nuove operazioni antiterrorismo in corso ad opera delle forze speciali belghe a Schaerbeek, quartiere nord-orientale di Bruxelles, in cui un uomo è stato "neutralizzato" è legato ad un attentato che era stato programmato per ieri a Parigi e che la polizia ha sventato

Nuove operazioni antiterrorismo ad opera delle forze speciali belghe a Schaerbeek, quartiere nord-orientale di Bruxelles. Un uomo legato ad un attentato che era stato programmato per ieri a Parigi e che la polizia ha sventato è stato "neutralizzato". Lo riferiscono gli inquirenti. L’uomo arrestato a Schaerbeek a place Meiser è considerato dagli inquirenti "un pesce grosso" della rete jihadista di Isis in Europa. "La polizia lo ha fermato ad una fermata di autobus ordinandogli di togliersi la giacca per verificare se sotto celasse un giubbetto esplosivo. Sono state avvertite diverse colpi d’arma da fuoco e non è chiaro, al momento, se il sospetto sia stato ferito". Dopo aver colpito un sospettto alla fermata di un tram, le forze speciali hanno messo in salvo un minore, apparentemente una bambina, che si trovava sulla banchina nel momento del blitz. Testimoni sostengono che il minore fosse in compagnia dell'uomo ferito. Un testimone ha raccontato che l'operazione si è svolta a una fermata di bus: "La polizia ha ordinato a quella persona di togliersi la giacca senza dubbio per vedere se avesse addosso una cintura esplosiva. Diverse esplosioni sono state sentite, non si sa se la persona sia stata ferita o se fossero colpi di avvertimento. L'uomo è sdraiato a terra, ma parla con la polizia". Il testimone ha anche detto di aver visto un robot sminatore controllare una borsa. Inoltre sono state arrestate altre due persone nei quartieri di Forest e Saint-Gilles.



Fonti della polizia francese riferiscono che l’azione a Bruxelles è legata all’arresto avvenuto ieri del 34enne Reda Kriket a Parigi nella cui casa sono state trovate armi pesanti ed esplosivo per un attentato in avanzata fase di preparazione. Nel suo domicilio ad Argenteuil sono stati ritrovati esplosivo TATP (perossido di acetone), kalashnikov e armi. Il TATP è lo stesso tipo di esplosivo artigianale utilizzato negli attentati del 13 novembre allo Stade de france e a Saint Denis a Parigie martedì all’aeroporto e alla metro di Bruxelles. Kriket era stato condannato a 10 anni di prigione nell’estate 2015 in Belgio, nell’ambito di un’inchiesta su una filiera jihadista. La filiera siriana, come era stata battezzata all’epoca dalla stampa belga, è un grosso dossier che coinvolge 32 persone, condannate molte delle quali "in absentia".


Commenti

giulio29

Ven, 25/03/2016 - 15:24

.... condannato a 10 anni di prigione nell’estate 2015 .... Siamo forse nel 2025 ?

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 25/03/2016 - 15:35

per me è come se io dopo aver fatto fuori una decina di formiche dovessi pensare che di formiche non ne avrei più, quando invece in realtà il giorno dopo ce ne saranno altre migliaia.

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 25/03/2016 - 15:47

Ma se tutte queste operazioni le avessero fatte prima non era meglio? @Giulio29 kriket era purtroppo stato condannato in contumacia.

alfa2000

Ven, 25/03/2016 - 15:50

per giulio29 "La ’filiera sirianà, come era stata battezzata all’epoca dalla stampa belga, è un grosso dossier che coinvolge 32 persone, condannate molte delle quali "in absentia"." detto in italiano in contumacia, cioè non presenti fisicamente nella fase dell'intero processo alla sentenza

Ritratto di Nubaoro

Nubaoro

Ven, 25/03/2016 - 16:02

immaginiamoci se un carabieniere italiano avesse "neutralizzato" un terrorista o sparato alla gamba di Abdeslam (che per inciso significa schiavo dell'islam, per quelli che dicono che l'islam non c'entra); a parte i solerti magistarti che entrerebbero subito in azione contro il carabiniere, ci sarebbero già in piazza quelli che vorrebbero rinominare la via "via del martire"

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 25/03/2016 - 16:23

È l'amaro risveglio dopo anni di "INTEGRAZIONE" buonista, dal quale anche NOI (VOI) non saremo ESENTI!!! Se vedum.

timba

Ven, 25/03/2016 - 16:39

La cosa che mi dà più alla testa è: ma possibile che non appena c'è un attentato o qualcosa del genere, nei giorni successivi trovano tutti? Stanano tutti? Arrestano tutti? Ma brutti imbecilli. Non potevate farlo prima?? IL dossier che diceva dove abitava Salah è rimasto chiuso nei cassetti di un commissariato per 3 mesi!!!! In Italia si usa il carcere preventivo per cani e porci, magari solo per una telefonata fraintesa. Decine di innocenti in carcere a marcire aspettando che un fighettino giudice li ascolti. E poi questi sono liberi di scorrazzare e fare stragi. Tutti i leggeri sospettati immediatamente in carcere preventivo. E' la prima volta che dico: meglio un innocente in carcere che un potenziale terrorista libero.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 25/03/2016 - 16:51

Le sedicenti forze di sicurezza belghe sono eccezionalmente brave a chiudere la stalla... dopo che i buoi sono scappati. Adesso arresteranno qualcuno, lo processeranno, poi lo libereranno come al solito. E la storia continua, senza che nulla sia cambiato, se non il fatto che nel frattempo continuano a riversarsi in qua milioni di musulmani che tutto vogliono fuoerché essere integrati.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 25/03/2016 - 17:11

attentato CIA ormai certo

santiagomatamoros

Ven, 25/03/2016 - 17:24

Neanche stavolta non succederà niente,si sentono furenti masochisti che addirittura cerano giustificazioni per i terroristi assassini, che l'Islam non centra ecc.Questa gente porterà l'Europa alla rovina, attentati e barbarie islamiste aumenteranno, tra pochi decenni i musulmani saranno aumentati in numero esponenziale, e le nostre città diventeranno invivibili come quelle medio orientali. Le generazioni future vi malediranno,io lo faccio già da ora.

Ritratto di Antero

Antero

Ven, 25/03/2016 - 17:29

Eliminatelo ! Isis delenda est !

freevoice3

Ven, 25/03/2016 - 17:39

La polizia belga si sta svegliando da un lungo sonno. Meglio tardi che mai.

linoalo1

Ven, 25/03/2016 - 17:49

Macchè blitz e blitz!!!Cominciamo a difenderci rispedendo al loro Paese,tutti gli Stranieri Extraeuropei!!!Dopo uno o due anni e solo dopo attento ed approfondito esame,cominciamo a riprenderli con il contagocce e solo se servono!!Di disoccupati,ne abbiamo già troppi!!Quindi ed ovviamente:precedenza agli Europei!!E poi:Patti Chiari,Molto Chiari!!!Gli Europei hanno precedenza su tutto!!!Loro,sono Ospiti e quindi aspettano il Loro Turno,sempre e comunque dopo di noi Europei!!Mi viene difficile dire Europei dopo tutta una Vita,sono del 1945,di Italianità Pura!!!Dire Italiani mi è molto più spontaneo!!!Mi è spontaneo proprio come ragionare in Lire piuttosto che in €uro!!!E,come me,chissà quanti ce ne sono!!!!Quanti Ricordi e quanti Rimpianti!!!!

Carlo_Martello

Ven, 25/03/2016 - 18:14

Sinistra di m...a

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 25/03/2016 - 18:29

Temo che queste operazioni siano possibili solo adesso, e per breve tempo, perché dopo quanto è successo si possono alzare un attimo le regole di ingaggio, consentendo irruzioni e scontri a fuoco senza conseguenze a livello di opinione e di stampa. E' naturale che in una condizione apparentemente normale, e quindi già tra un mese, le regole di ingaggio saranno costrette a tornare quelle di sempre, e prima di entrare in casa di un sospetto si dovranno avvertire dodici avvocati difensori, avere il permesso di otto giudici e della commissione UE, oltre che sparare con proiettili di gomma e usare i guanti per non graffiare la pelle del sospettato. Speriamo che ne prendano in più possibile in questo breve interregno nel grande inverno politicamente corretto.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 25/03/2016 - 18:40

linoalo1 Dunque ha ragione Salvini, o no?