"Darei due calci in c...". Poi è scontro tv tra Mussolini e il senegalese

Il faccia a faccia in diretta a Dritto e Rovescio tra Alessandra Mussolini e Modu Ghei sull'attentato al bus con i ragazzi delle medie

Lo scontro va in onda durante l'ultima puntata di Dritto e Rovescio, il nuovo programma di approfondimento condotto da Paolo del Debbio su Rete 4. A trovarsi faccia a faccia sono Alessandra Mussolini, in collegamento, e Modu Ghei, mediatore culturale senegalese.

Al centro del dibattito, ovviamente, quanto realizzato da Sy nel Milanese dove ha sequestrato e minacciato 51 ragazzini delle medie sul bus che guidava. "Si può dare la cittadinanza a uno così - ha detto la Mussolini in diretta - Uno che ha precedenti per abuso?". In studio era presente anche il mediatore culturale senegalese, che si è scagliato contro l'eurodeputata. "Prima di tutto voglio dire che tutti i senegalesi d'Italia e del mondo si sono allontanati da questa persona e l'anno condannata - ha detto - Però non mi piace il fatto che lei accusi i senegalesi. Siamo tantissimi in questo Paese che lavoriamo".

Lo scontro tra i due va avanti per qualche minuto. Poi la Mussolini domanda: "Lei condanna o no?". E la risposta di Modu Ghei è chiara: "Certo, anzi: darei due calci in culo a quel senegalese lì e lo manderei in galera".

(guarda qui il video)

Commenti

pilandi

Sab, 23/03/2019 - 00:11

A proposito di abusi com'è finita la storia di suo marito che frequentava le minorenni?

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 23/03/2019 - 00:57

E allora, dov'e' il problema? Se i Senegalesi onesti si sentono sminuiti, possono sempre provare a mettere in riga i loro conterranei piu' problematici, che purtroppo ci sono. Gliene saremo grati ed aumentera' la stima che abbiamo di loro. Molta gente di Destra, che durante la guerra si e' trovata a combattere fianco a fianco agli Ascari, ne ha sempre parlato molto bene.

Nick2

Sab, 23/03/2019 - 07:38

Cartaldo, l'acca dimenticata è un errore del senegalese o suo?

pc1966

Sab, 23/03/2019 - 08:23

Non Ho visto l'emissione ma sono daccordo con il Senegalese. i senegalesi lavorano duro e onestamente nel nostro paese da più di vent'anni. Non è giusto fare di tutta l'erba un fascio. Leghista della prima ora e convinto sostenitore della destra.

Ritratto di indicazionediconfine

indicazionediconfine

Sab, 23/03/2019 - 08:24

Aspettate che diventino numerosi. E poi ne vedremo delle belle. Ma la Boldrini... dov'è andata a finire? Ah, adesso è con Greta.

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Sab, 23/03/2019 - 10:00

Se lavorano vuol dire che rubano il lavoro ai nostri (tantissimi) disoccupati.

Ritratto di navajo

navajo

Sab, 23/03/2019 - 10:04

Guarda , guarda i morti viventi komunisti e trinariciuti, quando si parla della Mussolini, , rispuntano sempre, come la gramigna, a commentare.

baio57

Sab, 23/03/2019 - 10:33

@ pilandi sei il prototipo del sinistrato medio ,poca materia grigia gettata all'ammasso,poveraccio che triste esistenza.

Cheyenne

Sab, 23/03/2019 - 10:42

MEDIATORI CULTURALI? INTRALLAZZISTI CHE CI RUBANO I SOLDI

Ja'aqov

Sab, 23/03/2019 - 11:08

Mediatore culturale alias sindacalista,"lavoro"partorito dalla sx in vista del business clandestini,cioè fanca77ista a spese nostre.Poi,tutti bravi lavoratori questi senega con percorso privilegiato,ok,ma il problema che siete in troppi e non vi voglio.Ma anche se fossero tutti alti belli e svedesi,la botte è piena signori miei.Quindi,vedete si imparare a camminare con le vostre gambe al vostro paese e non pretendere sempre la pappa già pronta.Punto.

Epietro

Sab, 23/03/2019 - 11:10

Per mediare bisogna conoscere perfettamente le due culture: l'italiana e la senegalese. Siamo sicuri che costui le conosca entrambe o è il solito scroccone che ci ha caricato sul groppone la SX ?

antiom

Sab, 23/03/2019 - 12:00

Se le cose stanno così, come riportate nell'articolo: non vedo il motivo dello scontro! Evidentemente ci deve essere altro. Al di la di questo esprimo una mia idea che ritengo importante: per giungere a guidare un aereo o un treno ad alta velocità, bisogna essere dotati di ottima salute generale e di buona cultura superiore; queste peculiarità le renderei obbligatorie anche per chi guida un Pullman o un Tir. Da essere convalidate dal servizio sanitario del Ministero dei Trasporti e accertate dai datori di lavoro, sia per gli italiani che stranieri. Oggi esiste troppa faciloneria a dare un mezzo importante in mano a gente di dubbia moralità e salute, che in molti casi fa di questa professione un ultima spiaggia. Fino a comprarsi la patente, purtroppo!

Ja'aqov

Sab, 23/03/2019 - 12:31

Sig.pirlandi a proposito,come è andato il pd,le coop e lo scandalo Forteto dove si abusava di minori? Capisco che leggere solo a sx le ha causato una paralisi del collo e fa fatica voltarsi a dx ma...legga legga di più e vedrà che ripristinerà tutti i muscoli e sarà più felice e meno alienato.Best regards.

rossini

Sab, 23/03/2019 - 13:19

Il Senegal, al pari del Camerun, della Tunisia, dell'Algeria e di un'altra decina di stati africani faceva parte dell'Impero Coloniale Francese, dove ancora oggi circola il franco coloniale francese. Ma perché gli abitanti di quei Paesi, se proprio devono venire a stare in Europa, non se ne vanno in Francia, che è la loro seconda patria?

Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Sab, 23/03/2019 - 13:23

pilandi… ma cosa centra ora il marito della Mussolini?Certo che voi sinistri,restate sempre somari

Ritratto di ateius

ateius

Sab, 23/03/2019 - 14:10

pc1966..si si i senegalesi lavorano duro.. infatti questo soggetto campa facendo il mediatore "immobiliare"..? no no.. mediatore culturale.- praticamente..lavoro totalmente INUTILE inventato dalla sinistra per dare un reddito ai nullafacenti come loro, possibilmente stranieri e amanti delle CHIACCHIERE.