Anche stavolta Facebook ha attivato il "Safety check"

Facebook ha attivato il servizio che attraverso la localizzazione degli utenti permette di comunicare con un messaggio a tutti gli amici e parenti di stare bene

"Stai bene? Sembra che tu sia vicino alla zona colpita dalle esplosioni a Bruxelles. Fai sapere ai tuoi amici che sei in salvo".

Facebook ha attivato, dopo la richiesta degli utenti, il servizio "Safety Check". Con un messaggio, il social network aiuta le persone, che si trovano nell'area colpita dalle esplosioni, a comunicare con i propri amici e familiari. Il servizio è disponibile solo per chi si trova nella regione di Bruxelles e non per chi è nella regione in cui sorge l'aeroporto di Zaventem che dista 14 chilometri dal centro della capitale belga.

La funzione di Facebook riconosce se gli utenti registrati al social netowrk si trovano nell'area degli attacchi e permette loro di cliccare su un pulsante che informa tutti i contatti di essere al sicuro. Questo strumento era già stato attivato in occasione degli attacchi di Parigi del 13 novembre 2015. (Guarda la foto)